Reviews

Vivo V21 5G, selfie da 44 MP con stabilizzazione ottica in un cellulare convincente

Nonostante la sua comparsa nel mercato spagnolo sia molto recente, l’azienda cinese ha deciso di scommettere molto con un repertorio di smartphone potenti e affidabili. Il nuovo Vivo V21 5G ha specifiche di fascia media che lo rendono un degno concorrente delle migliori marche e in questa recensione possiamo conoscerlo un po’ meglio.

A prima vista il finale può sembrare un po’ sobrio, molto simile al suo «fratello maggiore», il Vivo X60 Pro, tuttavia ha un hardware di tutto rispetto.

Una delle sue caratteristiche principali sono le sue quattro fotocamere di alta qualità. Nonostante il V21 5G sia pensato per coprire tutte le esigenze degli utenti, si nota l’attenzione riservata all’aspetto fotografico, a maggior ragione con la possibilità di registrare video in 4K.

Design leggero e sottile

La prima cosa che salta all’occhio è uno schermo da 6,44 pollici di dimensioni rispettabili e molto allungato che, come i telefoni attuali, occupa più del 90% della parte anteriore.

Lo sforzo fatto da Vivo per alleggerire la struttura, appena 176-177 grammi, è davvero notevole. La proporzione rivela uno smartphone dall’aspetto molto snello e leggero, quasi fragile. Fortunatamente il telefono viene fornito con una piccola custodia protettiva inclusa.

Al momento il modello è disponibile solo in due colori, un blu scuro sfumato Dusk Blue e un Sunset Dazzle rosa e bluastro, entrambi con riflessi olografici viola.

È interessante notare che gli esemplari del primo colore sono più sottili a 7,29 mm e più chiari di quelli del secondo a 7,39 mm, anche se di grandezze difficilmente apprezzabili.

Con un case così sottile, l’inclusione della fotocamera frontale da 44 MP si trova all’interno di una tacca, ben centrata nella parte superiore.

Notevole il minimalismo delle fiancate, dove spicca il bordo sinistro completamente vuoto, privo di bottone o fessura.

Il lato destro è quello che ha due pulsanti, uno superiore, liscio e allungato per il volume e l’altro inferiore, ruvido e più corto per l’ accensione e lo spegnimento. Il dettaglio delle texture di Vivo è apprezzato poiché, solo al tocco, entrambi i pulsanti sono facilmente distinguibili.

Nonostante altri brand preferiscano distribuire questi due pulsanti su entrambi i lati, la configurazione del Vivo V21 5G è davvero comoda.

Se pensiamo al suo peso contenuto e allo spessore, vedremo presto che è necessario tenerlo fermo, utilizzando le dita sul lato destro per i pulsanti e premendo la mano sinistra contro la mano per una migliore presa.

Sul lato superiore, quasi uguale a quello sinistro, è incluso un microfono secondario, utile per la registrazione di video e audio.

Rimane infine la parte inferiore, la più generosa in termini di asole. Oltre allo speaker, è presente la porta USB (tipo C), il microfono principale e lo slot di espansione. In esso c’è spazio per due schede nanoSIM e una microSD di memoria interna.

Vivo V21 5G, specifiche

Per essere rivolto alla fascia media, il Vivo V21 5G ha componenti che, in generale, possono essere descritti come notevoli. Il modello non ha varianti in termini di memoria o storage, ma esiste una versione senza 5G. Le sue caratteristiche tecniche sono le seguenti:

  1. Schermo: AMOLED da 6,44 pollici con risoluzione FullHD+ (2.404 x 1.080 pixel) a 90 Hz.
  2. Processore: MediaTek Dimensity 800U, 8 core fino a 2,4 GHz, prodotto a 7 nm.
  3. Memoria: 8 GB (LPDDR4X) espandibile a 11 GB.
  4. Memoria interna: 128 GB (UFS 2.2) con slot microSD fino a 1 TB.
  5. Fotocamera posteriore: 64 MP principale, 8 MP ultra grandangolare e 2 MP macro.
  6. Fotocamera frontale: 44 MP con doppio flash LED.
  7. Connettività: WiFi 2.4/5 GHz, Bluetooth 5.1, 5G SA e NSA, 4G e GPS.
  8. Porte e sensori: USB C e lettore di impronte sullo schermo.
  9. Batteria: 4.000 mAh, ricarica rapida 33 W.
  10. Sistema operativo: Android 11 con sistema operativo Funtouch 11.1.
  11. Dimensioni e peso: 159,68 x 73,9 x 7,29/7,39 mm e 176/177 g.
  12. Prezzo: 399 euro.

Acquista: Vivo V21 5G (Fnac)

Acquista: Vivo V21 5G (Amazon)

esposizione ben congegnata

Con il gran numero di fotocamere, come detto sopra, il Vivo V21 5G attirerà sicuramente l’attenzione dell’utente e non senza motivo. Ma una cosa è scattare foto e registrare video e un’altra riprodurli. In questo caso, possono essere goduti sullo stesso dispositivo.

Lo schermo da 6,44 pollici è molto ampio, quasi 15 cm di altezza (149,21 mm e 6,7 mm di larghezza), oltre ad avere la tecnologia AMOLED. Questo ti dà un’eccellente definizione e meno affaticamento degli occhi, comprese opzioni aggiuntive a questo proposito.

Tra le possibilità di configurazione grafica abbiamo la luminosità adattiva, molto utile quando si passa da un ambiente interno o ombreggiato ad un altro esterno più luminoso. Dispone inoltre di una modalità di protezione degli occhi che altera leggermente la luminosità e il contrasto, con qualche possibilità di personalizzazione.

Nonostante le specifiche prevedano che la frequenza di aggiornamento dello schermo sia di 90 Hz, il V21 5G è configurato di default con 60 Hz. Nelle impostazioni è possibile cambiarlo facilmente, anche se non dal menu in alto del sistema.

Vale la pena ricordare che la frequenza di aggiornamento più alta (90 Hz) aumenta il consumo della batteria, quindi bisogna stare attenti al suo utilizzo. C’è un’opzione per fidarsi del telefono per apportare automaticamente le modifiche, sebbene il suo livello di efficacia non sia chiaro.

Il Vivo V21 5G dispone anche di un sensore di impronte digitali installato sullo stesso schermo.

Vivo V21 5G, generoso nelle fotocamere

Spiccano sopra la media le sue quattro fotocamere integrate, una anteriore e tre posteriori, ma non è l’unico contributo del Vivo V21 5G.

La qualità della fotocamera frontale è più che rispettabile, a 44 MP, ed è ben posizionata al centro della parte superiore dello schermo. Nonostante sia facile da individuare, quello che non si nota sono due piccoli faretti led, anche in alto, pensati per i selfie notturni.

Per una migliore qualità dei ritratti, questa fotocamera dispone di OIS (Optical Image Stabilization) ed EIS (Electronic Image Stabilization) che mostrano la cura che Vivo ha messo nella capacità del suo V21 5G di scattare buoni selfie.

Tuttavia, è nella parte posteriore che possiamo apprezzare il grande potenziale sensoriale del V21 5G con le sue tre fotocamere posizionate in modo compatto in alto a sinistra. Le caratteristiche di base delle tre fotocamere sono le seguenti:

  1. 64 MP: è il sensore principale, apertura f/1.79 con OIS (stabilizzazione ottica dell’immagine).
  2. 8 MP: multifunzione, ultra grandangolare con apertura f/2.2.
  3. 2 MP – La fotocamera più piccola, con apertura super macro f/2.4.

L’obiettivo principale, a parte la sua capacità in megapixel, ha una buona definizione e colori abbastanza accettabili, anche se un po’ spenti. Probabilmente è quella che utilizzerai più spesso e, in effetti, è la prima opzione quando premi il pulsante della fotocamera.

Nonostante tutto, mancano più opzioni per modificare la luminosità o la saturazione del colore. L’unica cosa che l’utente può fare è cambiare il filtro, contando, sì, con una buona quantità.

Usando lo zoom 2x possiamo ottenere grandi dettagli senza perdere troppa definizione, almeno con una buona illuminazione.

Una menzione speciale merita l’ autofocus, davvero veloce, qualcosa che gli utenti che vogliono scattare foto velocemente apprezzeranno.

Per chi non vuole scattare foto con la massima risoluzione e, quindi, di grande peso in megabyte, c’è la possibilità di utilizzare la stessa fotocamera, riducendone notevolmente la capacità senza perdere troppo in qualità.

L’opzione «Funzioni professionali», sebbene alquanto nascosta nel menu, apre la possibilità di ottenere istantanee da 16 MP, alleggerendo il carico di dati.

Da parte sua, il grandangolo funziona correttamente ed è molto facile da usare.

Proprio la modalità notturna utilizza questa fotocamera e ottiene un ottimo effetto di illuminazione in condizioni di scarsa illuminazione.

La terza fotocamera è la più problematica e più di uno dirà che è in qualche modo superflua. È destinato a coloro che hanno imparato l’arte della fotografia, poiché deve essere maneggiato con cura per mettere a fuoco correttamente. Questo è probabilmente il punto in cui la mancanza di controlli per colore, luminosità e contrasto è più evidente.

Il dispositivo avverte l’utente della necessità di trovarsi a 4 cm dall’oggetto, quindi ne consegue che può essere utilizzato per fotografare piccoli dettagli, cosa che potrebbe non interessare la maggior parte del pubblico.

Apprezzata invece l’inclusione di più modalità foto, in particolare del «documento». Grazie a questa opzione, l’utente può acquisire immagini di testi stampati con facilità e buona nitidezza.

La registrazione video è un’altra capacità molto interessante, sia per la qualità dell’immagine che per l’ampio spazio interno. Il Vivo V21 5G può registrare con risoluzione 720p, 1080p e 4K, sebbene sia impostato sulla seconda opzione per impostazione predefinita.

Nelle specifiche si afferma che il frame rate raggiunge i 60fps, ma come nel caso della risoluzione il telefono è impostato di fabbrica a 30fps.

Il menu, senza essere segno di originalità, è abbastanza semplice, il che consente una navigazione facile e veloce quando si modificano alcuni parametri. È particolarmente evidente quando si utilizzano tutte e tre le fotocamere, passando dall’una all’altra o anche con la modalità bokeh premendo con un solo dito.

Prestazioni e innovazioni interessanti

Il Vivo V21 5G ha un processore MediaTek Dimensity 800U, progettato per dispositivi di fascia media e ottimizzato per 5G (SA e NSA). Senza raggiungere le prestazioni degli Snapdragon 865 e 888, è paragonabile e supera anche leggermente il 730G e il 765G.

Dotato di 8 core, 6 di questi funzionano a una frequenza di 2 GHz e i restanti due a 2,4 GHz, il che garantisce una potenza e una velocità di elaborazione molto ragionevoli.

Più interessante è la RAM da 8 GB, che fa abbastanza bene il suo lavoro. In questo modello è stata utilizzata una tecnologia denominata «Extended RAM» che consente al sistema di utilizzare 3 GB di memoria interna in caso di necessità.

Ovviamente poter salire fino a 11 GB è una cosa che piace a tutti, ma va tenuto presente che le prestazioni della “RAM estesa” sono inferiori. La stessa RAM, sebbene veloce, è LPDDR4X (4.266 Mbps), in ritardo rispetto alla più recente LPDDR5 (6.400 Mbps).

In ogni caso, il processore e la RAM consentono un funzionamento molto soddisfacente per la navigazione in Internet e nelle applicazioni. I giochi possono anche essere goduti in modo speciale con una variante «non disturbare» che impedisce le notifiche e migliora la qualità del suono.

MediaTek Dimensity 800U ti consente di giocare in modo molto fluido anche con giochi graficamente impegnativi. Il funzionamento è molto fluido, soprattutto con 60 Hz, ma a 90 Hz di solito non ci sono latenze.

Forse è nella memoria interna che troviamo il maggior vantaggio. Il modello non ha varianti ed è dotato di 128 GB di capacità. In linea di principio, se non lo utilizzeremo in modo molto professionale, potrebbe essere considerato spazio sufficiente, ma la possibilità di espanderlo con microSD è un altro punto a suo favore.

Tutto questo generoso repertorio hardware è controllato dal sistema operativo Android 11 con il livello Funtouch OS 11.1. Si traduce in una gestione facile e abbastanza intuitiva, con diverse opzioni di personalizzazione. Inoltre, il sistema di ottimizzazione ci permette di migliorare le prestazioni del dispositivo in modo molto sensato, risparmiandoci memoria, batteria e lavoro sul processore.

abbastanza suono

La sezione sonora non spicca particolarmente, ma soddisfa a sufficienza. Il Vivo V21 5G include due microfoni, qualcosa che viene apprezzato durante la registrazione di video o audio, ma la gamma è molto discreta.

Con una qualità abbastanza notevole, le riproduzioni raggiungono una buona nitidezza, anche grazie ai suoi buoni altoparlanti. La distorsione è molto bassa, e solo quando il volume è alzato.

batteria media

I telefoni o gli smartphone includono sempre più componenti e funzionalità, trasformandoli in strumenti per quasi tutto. Il problema è che l’utilizzo di così tante app spesso ha il suo pedaggio, lasciando la batteria scarica nel giro di poche ore.

Il Vivo V21 5G incorpora una potente batteria da 4.000 mAh che consente un’autonomia ragionevole. Navigare in Internet più volte al giorno (controllare e-mail, social network, messaggistica ecc.), scattare foto, registrare video ed effettuare alcune chiamate, oltre a giocare, non ci farà caricare il cellulare prima di qualche 10 ore di utilizzo.

Naturalmente, l’uso dipende anche da alcune opzioni menzionate in altre sezioni. Con una frequenza di aggiornamento di 60 Hz anziché 90 e registrazione a 30 fps, oltre a modificare la luminosità dello schermo (la modalità adattiva è altamente consigliata), la durata della batteria viene notevolmente estesa, aumentando l’ autonomia a oltre 16 ore.

Il processore e lo schermo sono ottimizzati per un basso consumo energetico, ma il sistema operativo stesso include opzioni per migliorarlo. Le app in background possono consumare molta meno energia e la modalità di risparmio è in grado di raddoppiare la durata della batteria.

Ovviamente, questi miglioramenti hanno il costo di ridurre le prestazioni del sistema, ma le impostazioni del Vivo V21 5G consentono di personalizzarle. Un’opzione inclusa molto notevole è quella di programmare il risparmio della batteria quando viene raggiunta una percentuale, così possiamo goderci appieno il nostro dispositivo fino a raggiungere un livello che consideriamo basso (batteria del 15%, ad esempio).

Con il sistema di ricarica rapida da 33 W, consente di recuperare il 100% della batteria in poco più di un’ora e dieci minuti, cosa che porta un punto molto positivo al V21 5G.

Vivo V21 5G, un’opzione da considerare

La prima impressione è che, come nuovo modello di fascia media, il Vivo V21 5G abbia un hardware potente e utilissimo per chi desidera uno smartphone con buone capacità di registrazione delle immagini ma non vuole spendere le somme di altri modelli più ambiziosi..

Le telecamere svolgono egregiamente la loro funzione e la gestione è abbastanza semplice, anche se manca la possibilità di modificare alcuni parametri dal menu in alto dello schermo. Quando visualizziamo questa modalità di impostazione, possiamo attivare e disattivare le funzioni, ma nient’altro.

A ciò si aggiunge la mancanza di opzioni di editing, che renderanno necessario per i più puristi l’utilizzo di software di ritocco, uno svantaggio per un dispositivo che vanta tali capacità.

Per quanto riguarda il rapporto qualità prezzo, sebbene sia migliore di altri brand, non sembra essere all’altezza del Vivo Y72 5G, leggermente inferiore nelle prestazioni e con una differenza di poco più di 100 euro o più. Attualmente, il Vivo V21 5G può essere trovato per 399 euro.

Acquista: Vivo V21 5G (Fnac)

Acquista: Vivo V21 5G (Amazon)

I punti di forza del V21 5G nella nostra recensione

  1. Schermo AMOLED a 90 Hz con lettore di impronte digitali.
  2. Memoria da 8 GB espandibile fino a 11 GB.
  3. Buona la memoria interna di 128 GB con MicroSD.
  4. Doppio LED anteriore e OIS per selfie in condizioni di scarsa illuminazione.
  5. Buon repertorio e qualità delle sue macchine fotografiche.

Punti deboli del V21 5G nella nostra recensione

  1. Interessante rapporto qualità prezzo, ma inferiore al Vivo Y72 5G.
  2. Mancanza di più opzioni nella barra delle notifiche
  3. Impostazioni scadenti sulle fotocamere quando si scattano foto.

La nostra valutazione

  1. Disposizione: 8
  2. Esposizione: 9
  3. Hardware: 8.5
  4. Autonomia: 8.5
  5. Camera: 8.5
  6. Software: 8.5
  7. Prezzo: 8
  8. Punteggio complessivo: 8,4

Post correlati

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Botón volver arriba