Reviews

Oppo Find N, migliora così lo schermo nella nuova generazione pieghevole

Il nuovo Oppo Find N è il primo cellulare pieghevole del marchio e in queste prime impressioni cattureremo le sensazioni che genera per noi. Un pieghevole che non suggerisce in alcun modo che sia la prima incursione di Oppo nel segmento e che abbia poco o nulla a che fare con rivali come il Samsung Galaxy Z Fold 3.

L’Oppo Find N opta per un design a ripiegamento orizzontale, in modo che si apra a «libro» e diventi un piccolo tablet. Si passa da un cellulare molto compatto quando è piegato, con uno schermo di soli 5,49 pollici all’esterno, a uno spazioso interno da 7,1 pollici in un rapporto quasi quadrato di 8,4:9.

Lo schermo flessibile è evidenziato dalla piega centrale appena visibile e un nuovo design della cerniera significa che la chiusura dell’Oppo Find N non lascia uno spazio centrale vuoto. Due degli inconvenienti più fastidiosi di quelli pieghevoli, che il produttore è riuscito ad evitare.

L’Oppo Find N è uno smartphone di fascia premium, con un potente processore Snapdragon 888, fino a 12 GB di RAM e una tripla fotocamera posteriore di alto livello, incluso lo zoom ottico.

L’Oppo Find N ha solo un lancio confermato in Cina, per ora non sappiamo quando arriverà nel resto d’Europa. Abbiamo avuto modo di testare un’unità cinese, con menu in inglese, sebbene il software presenti delle differenze con la versione internazionale della ColorOS 12 che il brand utilizza nel resto dei paesi.

Un mobile compatto all’esterno e spazioso all’interno

L’Oppo Find N è un cellulare davvero piccolo quando è piegato, sebbene sia spesso e pesante. Opta per materiali premium e costruzione robusta, cosa che si fa apprezzare visto il suo prezzo, anche se l’utilizzo della plastica sarebbe probabilmente notevolmente più leggero.

Lo schermo esterno da 5,49 pollici rende il cellulare molto compatto, con un’altezza di 13,2 cm e una larghezza di 7,3 cm. È facilmente gestibile con una mano, nello stile degli smartphone di qualche anno fa:

La parte posteriore è dominata dal modulo a tre fotocamere un po’ rialzato, con forme organiche che ricordano fortemente l’ Oppo Find X3 Pro 5G:

Certo, lo spessore da piegato di 15,9 mm (più di un centimetro e mezzo) è nettamente superiore agli smartphone standard, che insieme al peso di 275 g ne fanno un set compatto, ma grintoso in mano:

Invece, lo spessore di 8 mm quando aperto mette l’Oppo Find N nella magrezza media dei telefoni attuali. Il lettore di impronte digitali va nel pulsante di accensione sul lato, dove è sempre accessibile.

Spiegando lo schermo da 7,1 pollici abbiamo molto spazio, vicino a un piccolo tablet, con un rapporto quasi quadrato:

Oppo afferma che la piega dello schermo è dell’80% meno visibile rispetto ad altri modelli concorrenti, una cifra sorprendente per la sua precisione, ma che in queste prime impressioni sembra molto possibile.

Oppo Find N, specifiche

Il nuovo Oppo Find N punta alla vittoria premium in quasi tutte le sue sezioni, ad eccezione del processore e della versione Android, che sono leggermente al di sotto dei modelli più all’avanguardia. Questi i suoi dettagli tecnici:

  1. Schermo esterno: 5,49 pollici AMOLED (1.972 px x 988 px) con rapporto 18:9.
  2. Schermo: LTPO da 7,1 pollici (1.792 x 1.920 px) con rapporto 8,4:9, frequenza di aggiornamento da 1 a 120 Hz (touch 1.000 Hz), luminosità di 1.000 nit.
  3. Processore: Qualcomm Snapdragon 888 a 8 core.
  4. Memoria: fino a 12 GB di RAM LPDDR5 + 512 GB di memoria UFS 3.1.
  5. Fotocamera posteriore: 50 MP + 16 MP + 13 MP.
  6. Fotocamera selfie: 2 x 32 MP (interno ed esterno).
  7. Connettività: 5G, 4G, doppia SIM, WiFi 6 (ax) e Bluetooth 5.2
  8. Porte e sensori: USB C e lettore d’impronte laterale.
  9. Batteria: 4.500 mAh, carica a 33 W cablata, 15 W wireless e 10 W wireless inversa.
  10. Sistema operativo: Android 11 con personalizzazione ColorOS 12.
  11. Dimensioni: 132,6 × 73 × 15,9 mm (chiuso) / 132,6 × 140,2 × 8 mm (aperto) e 275 g.

Paravento pieghevole di nuova generazione

Lo schermo pieghevole è l’aspetto più critico dell’Oppo Find N, in quanto è una tecnologia recente che sta ancora maturando. È positivo verificare che la piega centrale è molto meno evidente rispetto ad altre pieghe, anche se è comunque evidente, e con l’uso può aumentare.

Inoltre, l’Oppo Find N non lascia un foro centrale durante la chiusura e non c’è quasi spazio in cui i detriti possano intrufolarsi. Il produttore promette un’elevata durata nel tempo, che in queste prime impressioni sembra fattibile, poiché la finitura trasmette robustezza e affidabilità.

I miglioramenti nella piegatura dello schermo sono stati possibili grazie ad un sofisticato meccanismo interno alla cerniera, composto da 136 pezzi, che dà più spazio per piegare di quanto sia visibile esternamente. Secondo Oppo, è in grado di resistere a 200.000 cicli di apertura e chiusura, quindi la sua durata sarebbe garantita.

Sotto altri aspetti, siamo di fronte a uno schermo di tipo LTPO di altissima qualità, con refresh adattivo compreso tra 1 Hz e 120 Hz, un’alta risoluzione di 1.792 x 1.920 px e luminosità fino a 1.000 nits (con 10.240 livelli di luminosità automatica).

Lo schermo interno dell’Oppo Find N è quasi quadrato, utilizza un rapporto di 8,4:9, che ti consente di utilizzare comodamente un’app verticalmente su ciascun lato. Poiché la multi-finestra è uno degli aspetti importanti in un pieghevole, la decisione ha senso.

È protetto da un vetro ultrasottile (UTG) di soli 0,03 mm, che offre una buona resistenza e facilità di piegatura in quanto è più sottile di altri concorrenti.

L’Oppo Find N può essere tenuto aperto tra 50º e 120º, in modo che diventi una specie di micro-notebook, la cosiddetta modalità FlexForm:

In questo modo possiamo effettuare videochiamate senza dover tenere l’Oppo Find N con le mani, poiché si trova in posizione verticale su un tavolo. Si aprono anche altre possibilità, come guardare un video nell’area superiore mentre si utilizzano app nell’area inferiore o posizionare la tastiera sullo schermo sottostante.

Per quanto riguarda il display esterno da 5,49 pollici, si tratta di un pannello AMOLED di buona qualità, con una dimensione che attualmente sembra piuttosto ridotta. Rappresenta uno dei punti di forza dell’Oppo Find N, avendo un piccolo cellulare le cui dimensioni raddoppiano quando ne abbiamo bisogno.

fotografia senza compromessi

Nell’Oppo Find N si è optato per una fotografia di altissimo livello. Troviamo «solo» tre fotocamere, ma sono le tre tipologie di sensori di cui sfrutteremo davvero, evitandone altri poco utili come profondità o macro.

Questi sono i sensori della fotocamera posteriore inclusi:

  1. 50 MP f/1.8 principale, sensore Sony IMX766 con stabilizzazione ottica OIS.
  2. 16 MP f/2.2 ultra grandangolare di 123º, sensore Sony IMX487.
  3. Teleobiettivo da 13 MP f/2.4, sensore Samsung S5K3M5 1 con zoom ottico x3.

Sono integrate anche due selfie camera da 32 MP f/2.4, con un sensore Sony IMX615, una sullo schermo esterno e una su quello interno. Il suo obiettivo sono piuttosto le videochiamate, poiché il peculiare design dell’Oppo Find N consente di scattare facilmente selfie con le fotocamere posteriori.

Diamo un’occhiata ad alcune foto di esempio, come questa ripresa macro con il sensore principale da 50 MP:

Se utilizziamo il sensore principale di notte otteniamo ottimi risultati:

Anche il teleobiettivo con zoom ottico x2 fa un buon lavoro in condizioni di scarsa illuminazione:

Per quanto riguarda la fotocamera ultra grandangolare da 123º, soddisfa le aspettative, anche se non è all’altezza delle altre due:

Un grande vantaggio è che possiamo fare selfie con le fotocamere principali, di qualità molto superiore a qualsiasi sensore frontale. Dobbiamo aprire l’Oppo Find N, e dall’app della fotocamera attivare l’anteprima sullo schermo esterno, dove è poi possibile abilitare i controlli per scattare foto.

I risultati con il sensore principale sono molto buoni, vale anche la pena utilizzare il grandangolo per coprire gruppi o ampi paesaggi, tuttavia ingrandire un selfie non è una buona idea, perché si avvicina troppo al viso.

Prestazioni eccellenti e batteria corretta

A livello tecnico, Oppo non ha lesinato sull’hardware Find N, anche se è vero che alcuni aspetti sono un po’ al di sotto degli attuali modelli di punta. Il formato pieghevole impone alcune restrizioni, dovute soprattutto all’ampio spazio interno occupato dalla cerniera.

Il processore scelto è il Qualcomm Snapdragon 888, che ha già lo Snapdragon 8 Gen 1 come suo successore, ma è comunque un chip molto potente. Offre prestazioni elevate in qualsiasi attività, anche i giochi più impegnativi.

Questo è l’ hardware interno dell’Oppo Find N:

  1. Qualcomm Snapdragon 888 come processore (8 core, prodotto a 5 nm).
  2. Adreno 660 come scheda grafica.
  3. 12 GB di RAM LPDDR5.
  4. 512 GB di memoria UFS 3.1 (non espandibile).

L’Oppo Find N ha una batteria da 4.500 mAh che si carica a 33 W, cifre corrette, ma non al livello dei migliori. È un aspetto dove il formato pieghevole è un compromesso, anche se non eccessivo.

In questo modo abbiamo il cellulare carico al 100% in 70 min, mentre con mezz’ora di presa si arriva al 55%. È supportata anche la ricarica wireless Qi, fino a 15 W quando l’Oppo Find N riceve alimentazione e 10 W quando lo si invia ad accessori come smartwatch o cuffie.

Android 11 adattato al formato pieghevole

L’unità di revisione di Oppo Find N che ci è giunta è basata su Android 11, piuttosto che sull’attuale Android 12. Tuttavia, utilizza l’attuale livello ColorOS 12 di Oppo, il che significa che offre ottimizzazioni per il formato pieghevole e altre nuove funzionalità.

Ad esempio, è facile posizionare un’app su ciascun lato dello schermo, possiamo anche utilizzare finestre mobili e una barra laterale con scorciatoie. Sono stati inclusi gesti multi-touch per una gestione multi-finestra più rapida e una modalità tastiera divisa per la digitazione del pollice.

Come abbiamo visto, l’ app più ottimizzata è la fotocamera, che può essere utilizzata sullo schermo esterno e interno, anche in modalità FlexForm, e scattare selfie con le fotocamere principali.

È vero che c’è ancora spazio per ottimizzare il software, ma in generale è stato fatto un buon lavoro per sfruttare lo spazio, ed è probabile che vedremo miglioramenti nei futuri aggiornamenti del sistema operativo.

In sintesi, il nuovo Oppo Find N è un pieghevole molto accattivante che evolve il formato, risolvendo i problemi più comuni negli schermi flessibili. Le prime impressioni sono state molto positive e possiamo solo aspettare che venga annunciato il suo lancio al di fuori della Cina, cosa che al momento non è confermata.

Post correlati

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Botón volver arriba