Reviews

OnePlus Nord CE 5G, una fantastica esperienza Android pura a 299€

Il nuovo OnePlus Nord CE 5G che sta ora esaminando la nostra recensione è l’ultimo cellulare economico dell’azienda. Dal lancio dell’originale Nord a metà 2020, ha iniziato a presentare modelli in varie fasce di prezzo, invece di quelli di fascia alta a cui siamo abituati.

Il nome di OnePlus Nord CE 5G si riferisce a «Core Edition», ovvero un cellulare che cerca di offrire il «core» o «essenza» di OnePlus a un prezzo inferiore. Questo non è il Nord 2, infatti questo modello è più semplice dell’originale OnePlus Nord su certi livelli (come il processore) e superiore su altri (soprattutto la batteria).

È anche un cellulare più economico, che parte da 299 euro. Per questo prezzo offre uno schermo AMOLED da 6,43 pollici con refresh rate di 90 Hz, che ospita il lettore di impronte digitali sotto il pannello stesso. Al timone ha un processore Snapdragon 750G, con fino a 12 GB di RAM e 256 GB di storage, a seconda della versione.

La tripla fotocamera posteriore include una principale da 64 MP, una ultra grandangolare da 8 MP e un terzo sensore da 2 MP dedicato alla profondità. Per quanto riguarda la batteria, si tratta di 4.500 mAh con ricarica rapida a 30 W, e il sistema operativo è Android 11 con Oxygen OS, una versione quasi «pura», molto vicina all’originale Google, e addirittura superiore per alcuni aspetti.

Design leggero e carino, ma non molto premium

Quando si tiene in mano OnePlus Nord CE 5G, le sue dimensioni relativamente compatte sono sorprendenti, grazie al suo schermo da 6,43 pollici rimane a 15,9 x 7,3 cm, con uno spessore regolato di 7,9 mm. È anche un cellulare molto leggero, il 170 g è una cifra davvero bassa nel mercato odierno.

Questa leggerezza è dovuta a una back cover realizzata in materiali plastici, che non dà un’impressione troppo premium quando viene toccata (sebbene sia normale portare il cellulare con una custodia). Non è raro trovare telefoni da 300 euro con materiali migliori, tra cui vetro sul retro ed elementi in metallo.

Tuttavia, a prima vista sembra molto carino, almeno nel colore verde che riceviamo, e la finitura opaca nasconde molto bene le impronte o le macchie. D’altra parte, un dorso in plastica presuppone una resistenza molto maggiore agli urti e alle cadute, quindi anche a noi la decisione non sembra male.

La parte frontale del OnePlus Nord CE 5G è dominata dallo schermo, con cornici strette (quella inferiore è leggermente più ampia) e la selfie camera incastonata in un foro nell’angolo in alto a sinistra:

Abbiamo un sensore di impronte sotto lo schermo, che generalmente funziona in modo rapido e preciso, così come lo sblocco del riconoscimento facciale, anche se quest’ultimo non è così sicuro perché non ha un sensore di profondità nella fotocamera frontale.

Il sensore d’impronte non è troppo grande, e si trova molto in basso sullo schermo, ci sarebbe piaciuto un po’ più centrato. Un problema che abbiamo già visto nella recensione del Realme 8 Pro, produttore anch’esso di proprietà del gruppo BBK Electronics, come OnePlus.

Il retro del Nord CE 5G è carino, come abbiamo discusso, e include tre fotocamere di seguito nell’angolo in alto a sinistra. Sporgono dall’involucro, anche se non troppo per quello che è consueto oggi, e con la cover trasparente che è inclusa saranno protetti dai graffi:

Il lato destro ospita solo il pulsante di accensione, in una cornice di materiale plastico che si sente solida all’impugnatura:

Sulla destra troviamo i pulsanti del volume e lo slot per due schede nanoSIM (non c’è spazio per la MicroSD):

Quindi il tradizionale interruttore fisico di OnePlus per alternare tra modalità suono, vibrazione e modalità silenziosa viene rimosso. Troviamo un peccato che l’azienda non lo consideri una parte «essenziale» della tua esperienza, poiché è abbastanza comodo.

Sul bordo inferiore c’è l’ unico altoparlante Nord CE 5G, una porta USB C e anche un jack per cuffie da 3,5 mm:

L’unità che abbiamo ricevuto per la recensione è Blue Void (blu turchese con finitura opaca), che riteniamo molto bella, i modelli Charcoal Ink (nero con un po’ di lucentezza) e Silver Ray (un argento chiaro, con riflessi rosa e verdi):

OnePlus Nord CE 5G, specifiche

A livello di scheda tecnica, il Nord CE 5G rientra chiaramente nella fascia media, offrendo prestazioni più che sufficienti per un uso standard. Questi sono tutti i suoi dettagli:

  1. Schermo: AMOLED da 6,43 pollici, FHD+ (2.400 × 1.080 px) a 90 Hz, con HDR10+.
  2. Processore: Qualcomm Snapdragon 750G, 8 core fino a 2,2 GHz, prodotto a 8 nm.
  3. Memoria RAM: 6 GB, 8 GB o 12 GB LPDDR4x.
  4. Memoria: 128 GB o 256 GB UFS 2.1 (non espandibile).
  5. Fotocamera posteriore: 64 MP principale + 8 MP ultra grandangolare + 2 MP di profondità.
  6. Fotocamera frontale: 16 MP incorporata nello schermo.
  7. Connettività: 5G SA/NSA, 4G, WiFi 5 (ac), Bluetooth 5.1 e NFC.
  8. Porte e sensori: USB C 2.0, jack da 3,5 mm e lettore di impronte digitali su schermo.
  9. Batteria: 4.500 mAh con ricarica rapida a 30 W.
  10. Sistema operativo: Android 11 con personalizzazione OxygenOS 11.
  11. Dimensioni e peso: 159,2 × 73,5 × 7,9 mm e 170 g.
  12. Prezzo: 299 € (6 + 128 GB), 329 € (8 + 128 GB) o 399 € (8 + 256 GB).

Acquista: OnePlus Nord CE 5G (Amazon)

fotografia di buona qualità

Nel OnePlus Nord CE 5G troviamo una fotografia di livello corretto, sebbene non sia un aspetto in cui risalta troppo. È inclusa una tripla fotocamera, che porta un grandangolo e un sensore di profondità, omettendo lo zoom ottico e il macro.

Questi sono i sensori della fotocamera posteriore che incorpora:

  1. 64 MP: sensore principale, apertura f/1.79, con stabilizzazione elettronica (EIS), obiettivo 6P e pixel da 0,7 µm.
  2. 8 MP: 119º ultra grandangolare, apertura f/2.25, con stabilizzazione elettronica (EIS).
  3. 2 MP: sensore di profondità, apertura f/2.4.

In questo caso non abbiamo un sensore macro (per scatti a distanza molto ravvicinata), che ci sembra un successo. La fotocamera principale spesso fa il trucco in tali situazioni e molti marchi includono macro di qualità molto bassa solo per parlare di «quattro fotocamere» nel loro marketing.

Vediamo alcune foto di esempio utilizzando su OnePlus Nord CE 5G. Nel caso del sensore principale da 64 MP scatteremo buone foto alla luce del giorno:

Per quanto riguarda l’ ultra grandangolare, risolve adeguatamente anche gli scatti in esterni:

Dall’applicazione fotocamera si accede allo zoom digitale 2x, che perde nitidezza, ma non eccessivamente:

Questo è un altro esempio di ultra grandangolo, a dimostrazione del fatto che OnePlus preferisce le foto con colori naturali e realistici, al contrario dei produttori che scelgono di saturare i colori usando l’intelligenza artificiale:

Se andiamo agli scatti ravvicinati, di solito sarà possibile risolverli bene senza bisogno della macro:

Questo esempio del sensore principale con la modalità notte troviamo risultati notturni sufficienti:

Rispetto al sensore ultra grandangolare in condizioni di scarsa illuminazione, la sua nitidezza e capacità di raccogliere la luce sono inferiori:

Incastonata in un foro nello schermo è una fotocamera selfie da 16 MP f/2.45 (sensore Sony IMX471), con stabilizzazione elettronica (EIS) e pixel da 1 µm. In generale possiamo fare dei buoni selfie:

Schermo AMOLED con sensore di impronte digitali

Lo schermo del OnePlus Nord CE 5G è un AMOLED da 6,43 pollici, una dimensione relativamente contenuta (non compatta) all’interno degli attuali enormi smartphone. Il refresh a 90 Hz garantisce fluidità, inoltre ha il lettore d’impronte integrato sotto il pannello stesso.

Offre buoni colori, contrasto elevato, ampi angoli di visione e luminosità sufficiente per utilizzare il telefono all’aperto. In generale, lo troviamo un buon schermo, che sfrutta la parte frontale grazie alle sue cornici strette.

Abbiamo una modalità sempre attiva, che mostra l’ora, il livello della batteria e le notifiche in ogni momento, anche con il cellulare bloccato. Un utile extra, che grazie all’utilizzo di un pannello AMOLED non incide troppo sull’autonomia.

Per quanto riguarda il suono, nel bordo inferiore è integrato un solo altoparlante, che suona forte e chiaro, anche se forse senza troppo corpo. In ogni caso, l’audio gioca un buon ruolo per un cellulare a questo prezzo.

Buone prestazioni e connettività 5G

Il nuovo Nord CE 5G monta un processore Qualcomm Snapdragon 750G, inferiore allo Snapdragon 765G dell’originale OnePlus Nord, ma che generalmente fornisce buone prestazioni per interfaccia quotidiana, app e anche giochi avanzati.

A meno che non abbiamo requisiti specifici, la fluidità con il Nord CE 5G sarà elevata, in parte perché lo strato Oxygen OS che utilizza è molto leggero. Grazie al chip Qualcomm abbiamo la copertura 5G, sempre più diffusa in Spagna.

Questo è l’ hardware interno che guida il OnePlus Nord CE 5G:

  1. Qualcomm Snapdragon 750G come processore (8 nm) con 8 core Kryo 570 (4 x Cortex-A77 a 2,2 GHz + 4 x Cortex-A55 a 1,8 GHz).
  2. Adreno 619 come scheda grafica.
  3. 6 GB, 8 GB o 12 GB di RAM LPDDR4x.
  4. 128 GB o 256 GB di memoria UFS 2.1 (non espandibile).

Questo è il punteggio su Geekbench Benchmark, un test delle prestazioni mobili:

Abbiamo testato alcuni giochi di moda impegnativi, tra cui Fortnite, Genshin Impact o League of Legends: Wild Rift, e sebbene la qualità dell’immagine o la fluidità non sia quella di un chip di fascia alta, può sicuramente essere giocato più che degno.

Ricarica rapida da 30 W

Nel OnePlus Nord CE 5G abbiamo la ricarica rapida a 30 W, una velocità notevole, il che significa che raggiunge il 70% in soli 30 minuti. Quando ci dimentichiamo di collegare il nostro cellulare di notte, ad esempio, la ricarica rapida è un alleato molto importante.

Su mobile monta una batteria da 4.500 mAh, aspetto in cui supera gli scarsi 4.115 mAh del Nord originale. Ci permetterà di trascorrere la giornata di utilizzo senza problemi, l’autonomia ottenuta è adeguata, sebbene non sia una delle batterie più grandi del suo segmento.

Oltre alla batteria e al caricabatterie, il Nord CE 5G è dotato di una custodia in gomma trasparente di discreta qualità. Protegge in una certa misura la custodia, le fotocamere e persino lo schermo, poiché la custodia si solleva leggermente da tutti e quattro gli angoli. Inoltre, sullo schermo è già preinstallata una pellicola protettiva.

Una fantastica esperienza Android

Il Nord CE 5G include Android 11 con la personalizzazione di Oxygen OS 11. Uno strato leggero, molto simile al puro Android di Google, e quasi ogni volta che qualcosa viene modificato per migliorarlo.

Certo, il sistema operativo è uno dei punti di forza del Nord CE 5G, e in più di un aspetto dà l’impressione che OnePlus abbia un’idea più chiara di come dovrebbe essere Android rispetto a Google stesso.

Il numero di app preinstallate è basso e quasi tutte quelle di cui potremmo non aver bisogno possono essere disinstallate. L’ interfaccia è molto fluida e l’aspetto è basato su Android «stock», sebbene aggiunga più opzioni di personalizzazione:

Avere il sistema operativo di modelli di punta come OnePlus 9 Pro a meno di 300 euro è un lusso, e anche ciò che ha più senso nell’iniziativa del produttore di lanciare smartphone più economici.

In Oxygen OS 11 troviamo alcuni extra, ad esempio l’app Giochi consente di gestire prestazioni, notifiche e altri aspetti dei giochi. Anche il feed di OnePlus che dalla schermata iniziale ci permette di accedere ad alcuni strumenti utili e posizionare i widget.

Senza dimenticare la Zen Mode, che disabilita il terminale durante il periodo di tempo che scegliamo (tranne le chiamate di emergenza) per disconnetterci dal cellulare e concentrarci più facilmente.

OnePlus garantisce 2 anni di aggiornamenti principali e 3 anni di aggiornamenti di sicurezza sul Nord CE 5G, quindi comprendiamo che riceverà Android 12 e Android 13 in futuro.

È una buona politica di aggiornamento, anche se molti marchi offrono già la stessa cosa, e ovviamente è ben lontana da ciò che il produttore fa tradizionalmente nei suoi modelli di fascia alta.

Un Nord ne vale la pena

Da quando OnePlus ha ampliato il proprio catalogo con prodotti non di fascia alta abbiamo visto risultati contrastanti: il Nord originale offriva un ottimo rapporto qualità-prezzo, mentre il Nord N10 e N100 erano meno competitivi e il recente OnePlus Watch non è stato molto ben accolto.

Per quanto riguarda il OnePlus Nord CE 5G, ci sembra un cellulare interessante per gli amanti dell’Android puro, che offre una scheda tecnica adeguata ad un prezzo che lo rende disponibile a un gran numero di utenti.

Non possiamo negare che ha rivali duri sul mercato come lo Xiaomi Redmi Note 10 Pro o il Realme 8 Pro, poiché ci sono molte alternative nella fascia di 300 euro, ma ovviamente il Nord CE 5G è un’opzione da considerare per coloro che apprezzano il modo bizzarro di OnePlus di fare le cose e hanno un budget limitato.

Acquista: OnePlus Nord CE 5G (Amazon)

I punti di forza del OnePlus Nord CE 5G nella nostra recensione

  1. Schermo AMOLED con qualità a 90 Hz, con sensore di impronte integrato.
  2. Android 11 quasi puro, con i miglioramenti di Oxygen OS.
  3. Ricarica rapida a 30 W.
  4. Buon suono sull’altoparlante integrato.
  5. Design leggero e sottile.

Punti deboli del OnePlus Nord CE 5G nella nostra recensione

  1. Finiture in plastica, belle ma non molto premium.
  2. L’interruttore della modalità audio è stato rimosso.
  3. Fotocamere corrette, senza altro.

La nostra valutazione

  1. Disposizione: 8
  2. Schermo: 7
  3. Hardware: 8
  4. Autonomia: 8
  5. Fotocamera: 7
  6. Software: 9
  7. Prezzo: 7
  8. Punteggio complessivo: 7,7

Post correlati

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Botón volver arriba