Reviews

Vivo Y70, di fascia media con sensore d’impronte sullo schermo e ricarica a 33 W

La prima cosa che ha attirato la nostra attenzione sul Vivo Y70 nella nostra recensione è che si tratta di un cellulare con buone finiture, una buona batteria e una ricarica rapida, uno schermo AMOLED, ma con un processore abbastanza discreto, sebbene sia accompagnato da una buona quantità di RAM e una memoria standard.

L’abbiamo notato in qualche modo sbilanciato, il che rende difficile il confronto e la scelta rispetto ad altre alternative. Normalmente le gamme medie tendono a raggiungere il mercato in modo un po’ più equilibrato, ma questo squilibrio si verifica anche nella fascia alta, a volte.

Se avesse un processore migliore, sarebbe senza dubbio una delle scelte migliori quando si tratta di acquistare un cellulare di fascia media a meno di 280 euro, ma ne conosceremo tutti i dettagli in questa recensione.

Vivo Y70 unboxing

All’interno della confezione del Vivo Y70 abbiamo le basi che di solito hanno tutti i cellulari o meno, perché ci sono già marchi che, con la scusa dell’ambiente, non hanno caricabatterie, cuffie o cover, ecc.

  1. Vivi Y70.
  2. Manuali d’uso e garanzia.
  3. Copertina trasparente.
  4. Pin per rimuovere il vassoio della SIM.
  5. Cavo di ricarica USB e alimentatore da 33 W.

Acquisto: Vivo Y70 (PcComponents)

Vivo Y70, specifiche tecniche

  1. Schermo: AMOLED da 6,44 pollici con risoluzione FHD+, lettore di impronte sullo schermo e notch a forma di goccia d’acqua.
  2. Processore: Qualcomm Snapdragon 665.
  3. Memoria RAM: 8 GB.
  4. Memoria interna: 128 GB, espandibile tramite MicroSD.
  5. Fotocamera posteriore: 48 MP con focale 1.8 + Macro 2 MP con focale 2.4 + Bokeh 2 MP con focale 2.4 e flash LED dual-tone.
  6. Fotocamera frontale: 16 MP con focale 2.0.
  7. Connettività: 4G, WiFi, Bluetooth, GPS e NFC.
  8. Porte e sensori: USB C, lettore di impronte sullo schermo e jack per le cuffie.
  9. Batteria: 4.100 mAh con ricarica rapida 33 W.
  10. Sistema operativo: Android 10 con interfaccia Funtouch OS 11.

Costruzione in plastica, ma bel design

Un design continuo del suo marchio e del mercato in generale, con un retro che riflette colori diversi a seconda della luce, un modulo fotocamera posteriore allungato molto simile a modelli di altre marche e uno schermo con bordi un po’ larghi per quello che troviamo nella concorrenza, al prezzo di 279 euro.

Il modulo della fotocamera sporge dal Vivo Y70, quindi non è stabile quando lo lasciamo su una superficie piana, né con la custodia che arriva nella sua confezione (anche se «balla» un po’ meno), influisce un po’ sull’esperienza dell’utente.

Sia senza cover che con essa, è un terminale molto pulito che non intrappola la polvere e non lascia tracce, il che è apprezzato.

Facciamo il giro del terminale e vediamo cosa ha su tutti i lati:

Sul bordo superiore abbiamo il notch a forma di goccia d’acqua con la selfie camera, l’ auricolare per le chiamate, il microfono con cancellazione del rumore e lo slot per la SIM e la MicroSD.

Nella parte inferiore, abbiamo il jack per le cuffie, l’ altoparlante, che suona bene, e USB C per caricare il cellulare.

Sul lato destro la pulsantiera per il controllo del volume del terminale e il pulsante di accensione, spegnimento e blocco.

Sul retro abbiamo il marchio e un modulo fotocamera con 3 sensori e doppio flash.

Il Vivo Y70 ha misure e peso molto standard: 161 mm x 74,1 mm x 7,8 mm e 171 grammi.

Lo schermo è il punto forte del cellulare

Uno schermo da 6,44 pollici con risoluzione FHD+, tecnologia AMOLED, notch a forma di goccia d’acqua, lettore d’impronte sullo schermo, buona luminosità all’esterno, cornici abbastanza ampie, refresh rate di 60 Hz, buona risoluzione dei contenuti multimediali e dei colori, in generale, ecc.

Si può dire chiaramente che lo schermo è il migliore del VIVO Y70, insieme all’autonomia, anche se il design non è male. Ma non tutto sarà una buona notizia, la sezione delle prestazioni ci ha lasciato un po’ infreddoliti.

Snapdragon 665 al timone

Questo Vivo Y70 ha generato sentimenti contrastanti per noi quando volevamo fare sul serio con esso e richiedergli potenza, come facciamo nelle nostre recensioni.

Come regola generale, superiamo un test 3DMark per vedere il punteggio globale del terminale rispetto alla concorrenza, beh, il Vivo Y70 ci porta fuori dall’app perché non supporta i test. Ciò è presumibilmente dovuto a un bug nel driver grafico del processore. È stato risolto con un aggiornamento, ma finora non è arrivato.

Nonostante ciò, il terminale si comporta molto bene nella quotidianità, sia con compiti di base come la consultazione dei social network, sia con azioni più pesanti, come giochi poco impegnativi.

Diciamo quest’ultimo perché Vivo è appena sbarcato in Spagna e ha bisogno di terminali potenti per attirare l’attenzione in un mercato in cui è completamente sconosciuto e cellulari come Realme 7 o Huawei P Smart 2021 utilizzano chip migliori.

Il Vivo Y70 ha un processore Snapdragon 665 da 11 nm, una tecnologia non più recentissima, accompagnato da 8 GB di RAM e 128 GB di ROM. Molta RAM per un processore abbastanza equo è una delle incongruenze del terminale, dal momento che quel processore è solitamente visto nei cellulari con hardware meno avanzato rispetto al Vivo Y70.

Un’informazione prima di finire questa sezione, se vogliamo che le app funzionino in background senza restrizioni, dobbiamo andare a:

Impostazioni -> Batteria -> Gestione del consumo energetico in background.

Lì diciamo quali app vogliamo che funzionino in background senza limitazioni, altrimenti possono essere chiuse.

3 fotocamere posteriori con risultati significativi

Non siamo di fronte alla fotocamera di un cellulare «ammiraglia», poiché anche il prezzo del Vivo Y70 non è elevato, ma dobbiamo dire che si possono ottenere risultati abbastanza buoni.

L’ app della fotocamera è semplice, intuitiva e diretta, con molte opzioni per passare da un sensore all’altro e ottenere risultati diversi dalla stessa scena.

Nel modulo posteriore del Vivo Y70 abbiamo 3 fotocamere e flash LED dual-tone + selfie camera alloggiate nel notch a forma di goccia d’acqua che fa da corona allo schermo di questo terminale.

  1. Principale 48 MP con focale 1.8.
  2. Macro 2 MP con focale 2.4.
  3. Bokeh 2 MP con lunghezza focale 2,4.
  4. Flash LED a doppia tonalità.
  5. Fotocamera frontale da 16 MP con focale 2.0.

Esponiamo alcuni esempi di fotografia con questo Vivo Y70:

Macro

HDR

Batteria sufficiente per un giorno e mezzo

Se siamo utenti normali, cioè poco impegnativi, avremo una batteria per più di 24 ore, una buona autonomia.

Ma al contrario, se siamo esigenti e guardiamo molto al cellulare, ascoltiamo musica, facciamo video e foto, controlliamo la posta e i social network, ecc. Forse raggiungeremo le 18 ore di autonomia, ma non importa, dato che la sua batteria da 4.100 mAh si carica al 65% in 30 minuti.

Android 10 con interfaccia Funtouch OS 11

Il livello di Vivo si chiama Funtouch OS 11 ed è un’interfaccia semplice, chiara e diretta che ci consente di utilizzare la modalità oscura e la modalità luce, oltre ad attivare la modalità di protezione degli occhi.

I menu sono quelli standard, ed essendo basati su Android 10, cercare delle opzioni tra le sue impostazioni è davvero utile.

La personalizzazione in questa interfaccia è un po ‘equa, poiché non ha molti widget o sfondi, ma non è un problema, possiamo scaricare lo sfondo per Android che vogliamo, anche scegliere la nostra foto.

Un’interfaccia fluida e chiara che devi indagare bene all’inizio poiché ha opzioni molto importanti come l’attivazione di app in background.

Vivo Y70, conclusioni

Il Vivo Y70 arriva in Spagna in una fascia di prezzo molto competitiva, ma data la qualità del suo schermo e la buona batteria che monta, è difficile non inserirlo nell’elenco consigliato. Tutto questo insieme al prezzo che ha, aggiustato se consideriamo il suo hardware nel suo insieme.

Il Vivo Y70 è molto lontano dal suo fratello maggiore, il Vivo X51 Pro, di cui gli utenti hanno apprezzato e si sono innamorati, anche se è anche vero che l’X51 Pro è un telefono premium che costa più del doppio.

Acquisto: Vivo Y70 (PcComponents)

I punti di forza del Vivo Y70 nella nostra recensione

  1. Schermo AMOLED con lettore di impronte integrato.
  2. Autonomia per 24 ore.
  3. Ricarica rapida da 33 W
  4. presa per le cuffie
  5. Design accattivante della schiena.

Punti deboli del Vivo Y70 nella nostra recensione

  1. Frequenza di aggiornamento a 60 Hz.
  2. Processore abbastanza discreto.

La nostra valutazione

  1. Disposizione: 6
  2. Schermo: 7
  3. Hardware: 6
  4. Autonomia: 8
  5. Camera: 6
  6. Software: 8
  7. Prezzo: 9
  8. Punteggio complessivo: 7,14

Post correlati

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Botón volver arriba