Reviews

Samsung Galaxy Watch 3, a caccia dell’Apple Watch

Gli smartwatch sono con noi da diversi anni ormai e anche se sembrava che i loro bei tempi fossero passati, la verità è che sempre più aziende sono incoraggiate a produrne di propri. Samsung è uno di quelli che non ha smesso di farlo e ora ci delizia con il Samsung Galaxy Watch 3, arrivato per competere direttamente con l’Apple Watch, e di cui andremo a fare la relativa recensione.

La prima cosa da chiarire un po’ è la questione del nome, visto che non c’è stato un Galaxy Watch 2, ma siamo passati dalla prima versione alla 3. Questo è stato fatto in questo modo perché Samsung ha lanciato il Galaxy Watch Active 2 nell’agosto 2019 e per non confondere il pubblico, hanno deciso di inserire direttamente il nuovo Watch come versione 3.

Chiarito l’argomento del nome, è tempo di entrare nel merito della recensione del Samsung Galaxy Watch 3.

Samsung Galaxy Watch 3, scheda tecnica

Prima di addentrarci nei test che facciamo sempre a tutti i dispositivi che ci passano per le mani, vediamo quali caratteristiche ci offre il nuovo smartwatch Samsung:

  1. Dimensioni: 41 x 42,5 x 11,3 mm e 48,2 grammi per la versione da 41 mm, 45 x 46,2 x 11,1 mm e 53,8 grammi per la versione da 45 mm.
  2. Cinturino: 22 mm (versione 45 mm) e 20 mm (versione 41 mm).
  3. Schermo: OLED con risoluzione 360 ​​x 360 pixel da 1,4 pollici (versione 45 mm) e 1,2 pollici (versione 41 mm) con funzione sempre attiva e Gorilla Glass DX.
  4. Processore: Samsung Exynos 9110 Dual Core 1,15 GHz.
  5. Memoria RAM: 1 GB.
  6. Memoria interna: 8 GB.
  7. Connettività: Bluetooth 5.0, WiFi, NFC, GPS, GLONASS, Beidou, Galileo, LTE (opzionale).
  8. Porte e sensori: frequenza cardiaca, pulsossimetro, accelerometro, giroscopio, barometro, luce ambientale, sensore ECG (elettrocardiogrammi), misurazione dell’ossigeno nel sangue (SpO2), misurazione del sonno.
  9. Batteria: 340 mAh (versione 45 mm) e 247 mAh (versione 41 mm).
  10. Sistema operativo: Tizen OS 5.5 (compatibile con Android 5.0 o versioni successive e iOS 9.0 o versioni successive.
  11. Altri: ghiera girevole e certificazioni IP68 e MIL-STD-810G.
  12. Prezzo: da 439 euro.

Acquista: Samsung Galaxy Watch 3 45mm (Amazon)

Acquista: Samsung Galaxy Watch 3 41mm (Amazon)

Acquista: Samsung Galaxy Watch 3 45 mm (componenti PC)

Acquista: Samsung Galaxy Watch 3 41 mm (componenti PC)

Design elegante per passare inosservato

Sappiamo già che a Samsung piace dare un’occhiata ai propri smartwatch in modo che passino inosservati e assomiglino a normali orologi.

Questa nuova versione è meno sportiva della prima versione, ma in compenso ha un aspetto più elegante. In questo aspetto è un orologio che può essere indossato più quotidianamente rispetto alla generazione precedente.

In più è anche più piccolo e leggero, anche se abbiamo ancora un orologio che non è proprio piccolo, soprattutto nella sua dimensione più grande, dato che ne esistono due versioni con diametri diversi per adattarsi al meglio ai diversi tipi di polso:

  1. Galaxy Watch 3 45 mm: 45 x 46,2 x 11,1 mm, 53,8 grammi di peso e cinturino da 22 mm.
  2. Galaxy Watch 3 41 mm: 41 x 42,5 x 11,3 mm, 48,2 grammi di peso e cinturino da 20 mm.

Ma dove si nota il lavoro che Samsung ha fatto per contenere le dimensioni di questa versione rispetto alla generazione precedente, è che essendo più piccolo ha uno schermo da 1,4 pollici (1,3 pollici per il Galaxy Watch).

Qualcosa che il Galaxy Watch 3 continua a mantenere è la ghiera girevole, con la quale ci sposteremo nei diversi menu dello smartwatch, qualcosa che ci sembra un’idea geniale e che dopo diversi giorni di utilizzo, crediamo che altri smartwatch dovrebbe averlo.

Le finiture dell’orologio sono davvero buone, molto migliori di quelle del Samsung Galaxy Watch Active 2, il modello più vicino nel tempo a questo nuovo Watch 3.

La cassa è realizzata in acciaio inossidabile, con pulsanti in metallo, Gorilla Glass DX per proteggere lo schermo, oltre a un certificato di durata MIL-STD-810G e 5 atmosfere.

La sensazione al polso e quando si opera con l’orologio è davvero molto buona, in più il cinturino in pelle (22 mm) accompagna perfettamente il set, dandogli un tocco ancora più top.

Qualcosa che pensavamo potesse essere migliorato è il motore a vibrazione. Il tipo di vibrazione non va proprio bene e non abbiamo notato alcuna differenza tra le vibrazioni tipiche dei messaggi rispetto ad una chiamata o ad una sveglia, cosa in cui l’Apple Watch supera nettamente il nuovo orologio Samsung.

schermo luminoso

Lo schermo è di tipo Super AMOLED con 1.4 pollici nella versione 45mm e 1.2 pollici nella versione 41mm. In entrambi i casi la risoluzione è di 360 x 360 pixel, il che lo rende abbastanza nitido da avere un bell’aspetto e come è accompagnato da una luminosità con un’ottima potenza, nelle giornate di sole non avremo problemi a vederlo.

Il «mal di testa» arriva quando si scelgono i quadranti che ci piacciono di più, dal momento che Samsung ci offre così tante possibilità che sarà difficile deciderne uno in particolare e finirete per fare come noi, che abbiamo variato da uno a un altro ogni 2 o 3 giorni.

Tizen è il miglior sistema operativo per uno smartwatch?

Il sistema operativo in esecuzione sul Samsung Galaxy Watch 3 è Tizen, di proprietà ed esclusivo di Samsung.

È un sistema che non è cambiato molto negli ultimi anni, ma non è che gli serva molto, poiché sta implementando ciò di cui ha bisogno poco a poco e in modo più che corretto.

Non possiamo ignorare quanto sia ben implementato nell’orologio, quanto sia fluido e quanto sia estremamente efficace.

I widget che compongono il sistema sono molto ben risolti e ben progettati. Le notifiche sono estremamente ben raggiunte, in particolare i messaggi delle nostre app ad esso dedicate e persino le e-mail, poiché possiamo leggere buona parte di ciò che viene scritto e persino rispondere con alcune risposte predeterminate.

Dai messaggi di WhatsApp o Telegram, oltre a poter rispondere proprio come una mail, possiamo anche leggere l’intera conversazione che stiamo avendo e non solo l’ultimo messaggio, come accade con molti smartwatch in commercio.

Come novità, i messaggi che riceviamo con una foto verranno riprodotti sull’orologio, oltre a poter rispondere non solo con delle frasi ma anche con determinate icone.

Inoltre, in questa nuova versione di Tizen abbiamo due nuovi controlli gestuali come silenziare allarmi o chiamate con un movimento del polso o aprire e chiudere il pugno per rispondere a una chiamata.

In Tizen abbiamo applicazioni per attività standard molto ben preparate, come calendario, meteo, messaggi, cronometro, timer, sveglia, orologio mondiale, ecc.

Il problema arriva quando vogliamo un’app più specifica e cioè che ad eccezione di Spotify (che è presente e ci permette anche di scaricare playlist offline), nel resto delle app è abbastanza limitato e gli smartphone e le applicazioni che troviamo lo fanno non finiamo di convincerci Ad esempio, non abbiamo app di mappatura che ci siano piaciute (a parte questo non ce ne sono molte).

Galaxy Wearable: controllo dell’intero orologio

Il modo per connettere il nostro orologio al telefono è avere l’applicazione Galaxy Wearable. Con questa app possiamo gestire tutto ciò che riguarda l’interno dell’orologio.

Potremo variare le sfere, l’ordine del menu, i widget e le applicazioni, inserire e rimuovere queste applicazioni, nonché gestire lo schermo, il suono, la vibrazione, il menu di scelta rapida, i gesti, le funzioni dei pulsanti avviare e persino configurare la sezione di emergenza dell’orologio.

Questa sezione, oltre a poter gestire le informazioni del nostro contatto di emergenza (possiamo inviare una notifica di aiuto), ha un’opzione chiamata » Rileva cadute » che effettua una chiamata di emergenza e invia un messaggio SOS quando rileva che abbiamo ha subito una forte caduta.

Da Galaxy Wearable è dove controlliamo i possibili aggiornamenti che Samsung lancia per il Galaxy Watch 3, oltre al sistema di pagamento Samsung Pay o all’assistente Bixby.

A nostro avviso Tizen è ancora un po’ al di sotto di watchOS, ma attualmente ha superato il sistema operativo WearOS di Google.

Caratteristiche del Samsung Galaxy Watch 3

Il Samsung Galaxy Watch 3 è un orologio in grado di monitorare la nostra attività abituale, rilevando automaticamente quando ci alleniamo o controllando la nostra frequenza cardiaca, cosa che già faceva la generazione precedente.

A questa nuova generazione si aggiungono il monitoraggio del sonno migliorato, il controllo dell’ossigeno nel sangue (SpO2) e i rapporti VO2 Max (volume massimo di ossigeno che il corpo può elaborare durante l’esercizio).

Ha anche un sistema di pressione sanguigna, ma è in attesa di approvazione da parte delle autorità sanitarie di ogni paese e, ad esempio, qui in Spagna è ancora inattivo 24 ore su 24.

Tutto questo viene continuamente monitorato nell’app Samsung Health, che è quella dedicata alla raccolta di tutti i dati relativi all’attività dell’orologio.

Il rilevamento della nostra attività funziona molto bene e il conteggio dei passi è molto simile a quello dei braccialetti specializzati su questo argomento. Usiamo una Xiaomi Mi Band 5 e un Fitbit Inspire HR contemporaneamente per il confronto.

Possiamo farlo seguire il nostro esercizio per 40 sport e attività specifiche come corsa, camminata, ciclismo, escursionismo, nuoto, tapis roulant, bici ellittica, macchine per i pesi, allenamento in circuito, sit-up, aerobica, ballo, basket, boxe, baseball, Ciclismo in montagna, equitazione, sci, sci di fondo, flessioni, calcio, football americano, golf, hockey, pattinaggio artistico, pilates, pallavolo o yoga, fino ai 40 anni di cui vi abbiamo parlato.

Per quanto riguarda la misurazione del sonno, abbiamo sentimenti contrastanti, poiché ci è piaciuto il modo in cui rileva le fasi del sonno (Sveglio, REM, Leggero e Profondo).

La rappresentazione grafica in Samsung Health è molto intuitiva e di facile comprensione. Un’altra cosa è l’operazione in generale, dato che ci sono state delle notti in cui non ha potuto rilevare le fasi, cioè indica abbastanza correttamente l’ora in cui ci siamo addormentati e ci siamo svegliati, ma non ha siamo stati in grado di sapere da quanto tempo siamo stati nel sonno profondo, REM, leggero o sveglio.

Ora Samsung segna anche il nostro sogno, qualcosa che non pensiamo sia troppo importante e di cui non comprendiamo molto bene la natura di un punteggio o dell’altro. Ma dobbiamo dirvi che con il Fitbit Charge 4 o lo Xiaomi Mi Band 5, che hanno un sistema simile, non è che abbiamo capito molto bene i punteggi che ci hanno dato.

Il sensore di ossigeno nel sangue (SpO2) può informarci di disturbi respiratori mentre dormiamo, un sintomo comune quando si soffre di apnea notturna. Questo è qualcosa di estremamente positivo su questo Galaxy Watch 3, poiché una volta rilevato questo tipo di anomalia respiratoria possiamo andare dal medico per cercare di risolverlo.

La misurazione del nostro polso è simile a quella che otteniamo con altri tipi di dispositivi, poiché abbiamo confrontato i risultati con quelli offerti da un Honor Band 5 e un Fitbit Inspire HR per verificare che tutti i dispositivi abbiano ottenuto risultati molto simili.

Lo stress è qualcosa che non viene misurato automaticamente e deve essere attivato manualmente. Il risultato può essere visto sul braccialetto stesso o nell’applicazione Samsung Health.

Se siamo molto stressati, l’orologio ci mostra un pulsante dove ci guiderà attraverso diversi esercizi in modo che possiamo calmarci e una volta eseguiti questi esercizi misurerà nuovamente il nostro stress per verificare che sia diminuito.

L’applicazione Samsung Health è, come abbiamo visto, quella che ci permette di vedere i risultati della nostra attività fisica (passi, calorie, piani, ecc.), tutto ciò che riguarda lo sport che pratichiamo, il controllo del sonno, la nostra frequenza cardiaca (anche con una storia), l’acqua che abbiamo bevuto (devi scriverla manualmente) e lo stress.

Inoltre, è possibile aggiungere più elementi, come ad esempio:

  1. Peso.
  2. Glucosio.
  3. Tempo di attività.
  4. Pressione sanguigna.
  5. Pasto.
  6. La salute delle donne.

Nella memoria interna da 8 GB possiamo archiviare la musica e persino scaricarla da Spotify per lavorare offline e collegare le cuffie all’orologio per poter ascoltare la musica senza dipendere dal portare con noi il cellulare.

Peccato che lo spazio di archiviazione non sia maggiore (l’Apple Watch ha 16 GB), poiché non è difficile riempirlo e altro se lo utilizziamo per scaricare le nostre liste di Spotify.

Autonomia inferiore al previsto

Da Samsung assicurano che la batteria del Galaxy Watch 3 ci darà 2 giorni di autonomia e la verità è che, più o meno, dobbiamo essere d’accordo con il marchio.

Diciamo più o meno visto che in una giornata con tanto allenamento e tante notifiche e con lo schermo di sistema “sempre acceso” potrebbe non arrivare quei due giorni, anche se non è lontano.

Nei giorni normali e con il sistema schermo «always on» disattivato, si arriva a 2 giorni di utilizzo senza problemi, anche se è ben al di sotto della durata del Samsung Galaxy Watch, visto che in quel caso l’autonomia era di 4 giorni.

In questa differenza di durata della batteria, la differenza di amperaggio che monta in entrambi i dispositivi ha molto a che fare, visto che il design più stretto del Galaxy Watch 3 penalizza in tal senso.

Il Samsung Galaxy Watch 3 da 45 mm ha una batteria da 340 mAh, mentre la versione da 42 mm si accontenta di 247 mAh. La generazione precedente aveva una batteria da 270 mAh nella sua versione da 42 mm, ma nella sua versione da 46 mm arrivava a un eccezionale 472 mAh, da qui la sua grande autonomia.

Possiamo caricare l’orologio utilizzando la base di ricarica wireless in dotazione, qualsiasi caricabatterie wireless con il sistema standard Qi e anche se il nostro smartphone ha la ricarica inversa, funzionerà anche per noi. Peccato che il tempo che impiega sia alquanto eccessivo, visto che per terminare una carica dallo 0 al 100% ci vogliono fino a due ore.

Prezzo e conclusioni

Il Samsung Galaxy Watch da 41 mm può essere acquistato in Mystic Bronze e Mystic Silver, mentre le opzioni di cassa da 45 mm sono Mystic Black e Mystic Silver.

I prezzi di tutte le versioni e possibilità sono i seguenti:

  1. Samsung Galaxy Watch 3 41mm Bluetooth: 439 euro.
  2. Samsung Galaxy Watch 3 41mm 4G: 489 euro.
  3. Samsung Galaxy Watch 3 45mm Bluetooth: 469 euro .
  4. Samsung Galaxy Watch 3 45mm 4G: 489 euro.

La prima cosa che possiamo dire dopo aver conosciuto i prezzi è che non abbiamo a che fare con orologi esattamente economici, sebbene si muovano nei prezzi approssimativi degli orologi che hanno come loro maggiori rivali, ovvero gli Apple Watch che partono da 449 euro.

Per quanto riguarda lo smartwatch stesso, non possiamo negare che ci sia piaciuto molto, che si adatta perfettamente a quello che ci aspettiamo oggi da uno smartwatch e, per di più, con finiture davvero buone.

Ha dei dettagli che potrebbero essere migliorati, soprattutto avendo un’autonomia inferiore rispetto alla generazione precedente, cosa che di solito non accade spesso né nel mondo degli smartwatch né nel mondo degli smartphone.

Anche così, consideriamo il Samsung Galaxy Watch 3 un orologio altamente raccomandato, sebbene non sia adatto a tutti i tipi di tasche.

Acquista: Samsung Galaxy Watch 3 45mm (Amazon)

Acquista: Samsung Galaxy Watch 3 41mm (Amazon)

Acquista: Samsung Galaxy Watch 3 45 mm (componenti PC)

Acquista: Samsung Galaxy Watch 3 41 mm (componenti PC)

I punti di forza del Samsung Galaxy Watch 3 nella nostra recensione

  1. Design e finiture di prim’ordine, con la lunetta girevole come il sistema originale.
  2. Interfaccia facile da usare, affidabile e visivamente di grande successo.
  3. Schermo grande valido per ogni tipo di situazione, anche con molto sole.
  4. Davvero buone prestazioni di Tizen, battendo WearOS.

Punti deboli del Samsung Galaxy Watch 3 nella nostra recensione

  1. La durata della batteria è inferiore rispetto alla generazione precedente.
  2. Pochi programmi conosciuti da installare sull’orologio.
  3. Prezzo proibitivo per molti utenti.

La nostra valutazione

  1. Progettazione: 9.5
  2. Schermo: 10
  3. Hardware: 9
  4. Autonomia: 7
  5. Software: 9
  6. Prezzo: 7
  7. Punteggio complessivo: 8,6

Post correlati

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Botón volver arriba