Reviews

Samsung Galaxy Tab S6 Lite, più economico ma con tocchi premium

Diverse settimane fa abbiamo potuto testare il Samsung Galaxy Tab S6 e abbiamo verificato l’ottimo dispositivo che Samsung aveva assemblato. Adesso arriva nelle nostre mani la nuova edizione con il cognome «Lite» e, come potrebbe essere altrimenti, non possiamo fare a meno di recensire questo Samsung Galaxy Tab S6 Lite.

Tirandolo fuori dalla scatola e tenendolo tra le mani, ci rendiamo conto che il cognome “Lite” si riferisce chiaramente alle specifiche, perché la costruzione è squisita. Ma non anticipiamo gli eventi e andiamo al nostro.

Samsung Galaxy Tab S6 Lite, scheda tecnica

  1. Dimensioni: 244,5 x 154,3 x 7 mm e 467 grammi di peso.
  2. Schermo: TFT da 10,4 pollici, risoluzione 2.000 x 1.200 pixel, rapporto 5:3, 81,6% della parte anteriore e densità di 224 dpi.
  3. Processore: Exynos 9611 10 nm Octa-core (4 x 2,3 GHz Cortex-A73 e 4 x 1,7 GHz Cortex-A53).
  4. Memoria RAM: 4 GB.
  5. Memoria interna: 64 GB.
  6. Fotocamera posteriore: 8 MP, 1/4,0″, 1,12 µm.
  7. Fotocamera frontale: 5 MP.
  8. Connettività: WiFi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 5.0, A-GPS, GLONASS, BDS e Galileo.
  9. Porte e sensori: jack da 3,5 mm, USB tipo C, sensore facciale, accelerometro, sensore di prossimità e giroscopio.
  10. Batteria: 7.040 mAh con carica di 15 W.
  11. Sistema operativo: Android 10 + One UI.
  12. Prezzo: 399 euro.

Acquista: Samsung Galaxy Tab S6 Lite (Amazon)

Acquista: Samsung Galaxy Tab S6 Lite (PCComponents)

design premium

L’aspetto esterno è squisito, con ottimi livelli di finitura e un’ottima sensazione di qualità in mano. Il suo corpo in alluminio rifinito con vernice grigia gli conferisce un aspetto sofisticato, elegante e perché no, piuttosto attraente per lasciare tracce.

Si tratta di un tablet molto sottile con soli 7 mm di spessore, un peso più che corretto (467 grammi), cornici molto ben fatte e dimensioni ridotte grazie anche al suo rapporto 5:3 (244,5 x 154,3 mm).

Non c’è dubbio che si tratti di un tablet «premium», almeno in termini di finiture e design.

La parte frontale è praticamente dominata dallo schermo con l’81,6% del frontale.

I pulsanti di controllo del volume, il pulsante di accensione del tablet e lo slot per contenere una scheda microSD si trovano sul lato destro.

In basso abbiamo uno speaker multimediale, firmato AKG, insieme a USB Type C per caricare il tablet.

Sopra abbiamo un altro altoparlante multimediale oltre al jack per cuffie da 3,5 mm.

Il lato sinistro è totalmente deserto.

Se diamo già un’occhiata al retro, vedremo che in questa edizione Lite abbiamo solo un sensore della fotocamera posteriore, non due come nel caso del Galaxy Tab S6, il resto è una copia carbone della sorella maggiore.

Non possiamo dimenticare che nella confezione viene fornita una S-Pen che può essere fissata tramite un magnete nella parte superiore e inferiore del retro del tablet, sebbene questo Galaxy Tab S6 Lite non abbia uno spazio definito con un foro per la S- Penna, proprio come sul normale Galaxy Tab S6.

È abbastanza normale che in determinati movimenti o quando si trasporta il tablet in una borsa, la S-Pen si allenti, poiché il magnete è potente ma non così forte.

Questo stilo non ha il Bluetooth, quindi non possiamo usarlo per alcune funzioni che aveva il Galaxy Tab S6, ma ha la parte positiva che non deve essere caricato.

Schermo + S-Pen, unione perfetta

Questo Samsung Galaxy Tab S6 Lite è dotato di uno schermo TFT da 10,4 pollici con una risoluzione di 2.000 x 1.200 pixel e una densità di 224 pixel per pollice.

Già nel panel che hanno scelto possiamo presumere che il cognome «Lite» inizi a fare la sua comparsa. Bene, non è un grosso problema, perché dobbiamo accettare che si tratta di un pannello che sembra buono, con abbastanza dettagli, buoni colori, buoni angoli di visione e luminosità sufficiente, ma con il quale avremo qualche difficoltà all’aperto.

Ma il grande pregio di questo schermo sta nella sua congiunzione con la S-Pen, perché Samsung integra una buona quantità di software dedicato alla produttività e abbiamo anche la possibilità di scrivere con la S-Pen sullo schermo quando è spenta.

La S-Pen risponde a schermo senza problemi e in molte occasioni ci sembra di scrivere su un foglio di vita. Inoltre, Samsung incorpora diverse funzioni che aiutano molto quando si prendono appunti e persino un’app chiamata PENUP, in cui possiamo disegnare tutti i tipi di creazioni e illustrazioni per condividerle in seguito.

La S-Pen è realizzata in plastica con un pulsante che consente di passare da un’azione all’altra come cancellare o eseguire azioni rapide. Ha le dimensioni di una normale matita e nella mano non abbiamo la minima lamentela sulla sua sensazione e funzionalità.

Il suono del tablet, firmato AKG, è lanciato dai due altoparlanti che ha in alto e in basso (ai lati se prendiamo il tablet in verticale). L’ audio è davvero potente, con bassi molto presenti, con molto corpo e senza alcuna distorsione quando alziamo il volume al massimo.

Dopo aver collegato il tablet alle cuffie, è stata una sorpresa controllare il suono che lancia il Tab S6 Lite. È chiaro, forte, con presenza e molto corpo. Ha un ottimo equilibrio tra bassi e alti, oltre a una nitidezza che ci mostra un audio pieno di sfumature.

Discreta prestazione in più occasioni

Se analizziamo gli interni del nuovo Samsung Galaxy Tab S6 Lite troviamo quanto segue:

  1. Processore: Exynos 9611.
  2. Memoria RAM: 4 GB.
  3. Memoria interna: 64 GB.
  4. GPU: Mali-G72 MP3.

Il Tab S6 Lite monta lo stesso processore che abbiamo già visto nel Samsung Galaxy A51, con un comportamento simile, anche se leggermente al di sotto di quello che abbiamo sperimentato nello smartphone Samsung.

Partiamo già da una memoria RAM che ci sembra alquanto giusta per muovere giochi moderatamente potenti e vista la nostra precedente esperienza con il processore, non ci aspettiamo neanche un tablet dove la fluidità sia il suo massimo.

È un SOC che va piuttosto d’accordo con l’avere diverse app in background, con un po’ di ritardo che appare e qualche rallentamento nelle azioni. Se abbiamo intenzione di eseguire giochi graficamente potenti, i tempi di caricamento non sono esattamente rapidi e il calo dei frame è evidente di tanto in tanto.

Naturalmente, se utilizziamo il tablet per attività quotidiane poco impegnative come navigare, leggere le email dispari, guardare video di YouTube o prendere appunti occasionali di cui abbiamo bisogno, non avremo problemi e il suo funzionamento sarà soddisfacente.

Per quanto riguarda il software, abbiamo Android 10 insieme al livello di personalizzazione della One UI nella versione 2.1. È un livello di cui vi abbiamo parlato innumerevoli volte, i cui vantaggi sono incentrati sulle sue possibilità di personalizzazione, anche se a volte è un po’ pesante ed è per questo che abbiamo momenti in cui le transizioni rallentano leggermente.

È un livello che incorpora diverse app preinstallate interessanti, come un file manager, una galleria, un calendario o un registratore vocale.

D’altra parte, aggiungono altre applicazioni come Office, Microsoft OneDrive, Samsung Members, Galaxy Store o le già citate applicazioni dedicate alla S-Pen, a cui ogni utente darà loro più o meno valore.

Tra le applicazioni dedicate alla S-Pen abbiamo una finestra mobile dove premendo possiamo:

  1. Crea note: creeremo note per promemoria o qualsiasi cosa di cui abbiamo bisogno.
  2. Vedi tutte le note: qui avremo tutte le note insieme per poterle vedere quando lo riterremo necessario.
  3. Smart select: sistema per selezionare una parte dello schermo e che il sistema Samsung AI ci offre informazioni su ciò che abbiamo contrassegnato.
  4. Screenwriting: possiamo scrivere su uno screenshot.
  5. Messaggi animati: creeremo un testo animato con diversi tipi di pennelli e colori, che potranno essere esportati in video per condividerli.
  6. Disegni AR: in questa sezione si aprirà la fotocamera frontale e sopra al nostro selfie potremo disegnare e poi creare un video o una GIF.

Nella connettività non abbiamo nessuna assenza significativa per essere un tablet, abbiamo WiFi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 5.0, A-GPS, GLONASS, BDS, Galileo, USB Type C, jack da 3,5 mm per le cuffie, sensore facciale, accelerometro, sensore di prossimità e giroscopio.

telecamere per testimonianze

È evidente che praticamente nessun tablet in commercio si preoccupa troppo di montare sensori potenti sulle proprie fotocamere, dal momento che scattare una foto con un tablet è ancora un’esperienza molto innaturale e se lo facciamo sarà molto sporadico e per necessità. imperioso.

Il sensore posteriore è da 8 megapixel con apertura focale di 1.9 con 1.12 µm per le dimensioni di ogni pixel e senza flash che accompagna la fotocamera.

Se abbiamo abbastanza luce, possiamo considerare le foto corrette, senza aspettarci nemmeno meraviglie, dato che la nitidezza non è un punto forte di questa fotocamera, ma per togliersi dai guai in un dato momento può valerne perfettamente la pena.

Se la luce non ci accompagna più, sarà sempre meglio usare il cellulare, ma se non c’è altra scelta, dobbiamo essere chiari sul fatto che le foto non avranno una qualità eccessiva, anche se potrebbero servirti come emergenza, ma niente di più. Sfortunatamente non abbiamo una modalità notturna, qualcosa che sarebbe stato molto utile.

L’app della fotocamera di Samsung perde alcune modalità rispetto a quelle dei cellulari del marchio, poiché abbiamo solo le seguenti modalità:

  1. Messa a fuoco dinamica: quella che si occupa delle foto con l’effetto bokeh, che non riescono ad essere di troppa qualità, con una sfocatura piuttosto artificiale.
  2. Foto: la modalità automatica tipica di tutte le app della fotocamera.
  3. Video: per registrare video a un massimo di 1080p a 30fps.
  4. Pro: dove possiamo modificare manualmente alcuni parametri delle foto per cercare di migliorare le istantanee.
  5. Panorama: modalità per scattare foto con messa a fuoco panoramica.
  6. Cibo: quando scattiamo una foto del cibo, il sistema si adatta in modo che esca con maggiore qualità, anche se la realtà è che fondamentalmente satura maggiormente i colori.
  7. Fotocamera veloce: per registrare più velocemente del solito.
  8. Bixby Vision: usa questo pulsante in modo che Bixby, l’assistente virtuale di Samsung, cerchi somiglianze o informazioni su ciò su cui ci stiamo concentrando, ad esempio un telefono cellulare o un codice a barre. Funziona allo stesso modo di Google Lens.
  9. AR Zone: è l’area dove creeremo le emoji di noi stessi, un sistema che Samsung ci propone da tempo su tutti i suoi dispositivi.

La fotocamera frontale è da 5 megapixel, scatta foto con pochi dettagli e colori piuttosto tenui, anche se la luce è con noi. In ogni caso, questa fotocamera frontale verrà utilizzata la maggior parte del tempo per effettuare videochiamate e in tal senso avremo una fotocamera completamente sufficiente per tale compito.

Sblocco affidabile ma lento

Anche se potrebbe sorprendervi, su questo Samsung Galaxy Tab S6 Lite non abbiamo un lettore di impronte digitali, perché il brand ha scelto di dare tutto il risalto al sensore facciale.

Questo sensore facciale ha due parametri di funzionamento abbastanza diversi, visto che ha un tasso di guasto praticamente inesistente, ma una velocità di sblocco che sembra piuttosto lenta e troppo dipendente dalla posizione del tablet rispetto al nostro viso.

Autonomia e multimedialità non vanno d’accordo

La batteria del Samsung Galaxy Tab S6 Lite è da 7.040 mAh, una capacità abbastanza generosa che dura diversi giorni senza problemi, a patto che l’utilizzo del tablet non sia molto impegnativo. Inoltre il consumo del tablet a schermo spento è irrisorio, quindi chi usa poco il tablet potrebbe passare circa 5 giorni con una carica.

Non appena iniziamo a riprodurre o guardare video su YouTube, la batteria si scarica più velocemente di quanto ci aspettassimo, dato che non siamo di fronte a uno schermo che non dovrebbe consumare molto. Anche così, in un uso molto intensivo, giocando, guardando video, prendendo appunti, sfogliando e leggendo e-mail, la giornata è garantita e in alcuni casi può arrivare anche a un giorno e mezzo.

Quello che ci ha deluso è il tempo di ricarica della batteria, che è stato molto vicino alle 4 ore e mezza, una quantità che ci sembra eccessiva.

Prezzo e conclusione

Possiamo dire di trovarci di fronte ad un tablet abbastanza equilibrato in tutto e per tutto, visto che non presenta grossi difetti, ma non ha nemmeno alcuna virtù che lo renda assolutamente indispensabile.

Possiamo definire le prestazioni uno dei punti meno potenti del Samsung Galaxy Tab S6 Lite, sufficienti per la stragrande maggioranza delle attività che svolgiamo quotidianamente, anche se soffre molto quando si eseguono giochi potenti.

La batteria stessa è un altro di quei problemi meno positivi, dal momento che è alquanto instabile nei consumi e con una carica tutt’altro che moderatamente veloce.

Ma il lato positivo è che abbiamo finiture spettacolari, uno schermo che nonostante non sia AMOLED risponde meglio del previsto, un suono che ci circonda e l’incorporazione della S-Pen come grande aggiunta.

Dobbiamo essere chiari su tutto questo per includerlo nei quasi 400 euro a cui viene venduto questo Samsung Galaxy Tab S6 Lite nel momento in cui scriviamo questa recensione.

Acquista: Samsung Galaxy Tab S6 Lite (Amazon)

Acquista: Samsung Galaxy Tab S6 Lite (PCComponents)

I punti di forza del Samsung Galaxy Tab S6 Lite nella nostra recensione

  1. Lo schermo ci ha sorpreso per sempre.
  2. La S-Pen è un’ottima aggiunta.
  3. Ottime finiture.
  4. Il suono ci ha incantato.

Punti deboli del Samsung Galaxy Tab S6 Lite nella nostra recensione

  1. Il consumo della batteria è alquanto instabile.
  2. La ricarica è troppo lenta.
  3. Quando lo richiedi, specialmente con giochi potenti, appare il «lag».

La nostra valutazione

  1. Disposizione: 9
  2. Schermo: 8.5
  3. Hardware: 7
  4. Autonomia: 8
  5. Fotocamera: 7
  6. Software: 8
  7. Prezzo: 8
  8. Punteggio complessivo: 7,9

Post correlati

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Botón volver arriba