Reviews

Amazon Fire TV Stick, semplicità e facilità d’uso con un prezzo davvero allettante

Una nuova generazione di dongle HDMI è arrivata ad animare questo strano autunno del 2020 che stiamo vivendo. E tra questi, è arrivato da noi Amazon Fire TV Stick, che arriva a sostituire il modello base, con il 50% di potenza in più. O almeno questo ci assicura il brand americano. Vediamo in questa recensione se il cambiamento è davvero evidente.

Di tanto in tanto Amazon aggiorna i suoi prodotti, aggiungendo un po’ più di potenza qui, un po’ più di qualità là e qualche altro dettaglio che può passare inosservato se non siamo molto informati nella famiglia Amazon. Questo è stato fatto con Amazon Fire TV Stick.

Per alcuni si tratta di una semplice strategia di marketing, ravvivare un po’ la generazione precedente, aggiornare la tecnologia e prepararci con una buona campagna in modo da premere il pulsante di acquisto poco prima che il Black Friday 2020 ci spinga giù dall’insondabile diapositiva del consumismo..

Naturalmente, c’è anche chi vede questi cambiamenti come necessari e molto utili. Si tratta di aggiornamenti che ottimizzano le caratteristiche dei modelli precedenti, che sono più facili da usare e offrono più velocità, potenza e qualità. Ve lo diciamo d’ora in poi. Siamo propensi a pensare che, a grandi linee, questo aggiornamento ne sia valsa la pena.

Recentemente Google ha presentato anche il suo rivoluzionario Chromecast di quarta generazione, con Google TV e controllo indipendente. Se diamo un’occhiata all’uno e all’altro, troviamo un vantaggio non da poco da parte del dispositivo Amazon, il prezzo: 39,99 euro contro i quasi 60 di Google.

In ogni caso, siamo qui per analizzare la nuova scommessa Amazon. Non c’è dubbio che questa Amazon Fire TV Stick di terza generazione sarà più potente, che migliorerà anche alcuni aspetti della precedente.

Ora, la chiave è, da un lato, se è il prodotto ideale nel caso non ne avessimo ancora uno simile, come ad esempio lo Xiaomi Mi TV Stick. Dall’altro, sapere se le sue qualità sono sufficienti per sostituirlo con il nostro precedente stick o se i miglioramenti sono scarsi e non vale la spesa.

Con tale intenzione abbiamo collegato il groviglio di cavi alla televisione e alla corrente elettrica e lo abbiamo testato con il massimo interesse. Ecco la nostra opinione.

Amazon Fire TV Stick, specifiche

  1. Processore: MediaTek MT8695D Quad Core 1,7 GHz.
  2. Memoria RAM: 1 GB.
  3. Memoria interna: 8 GB.
  4. Connettività: WiFi dual band e doppia antenna MIMO, Bluetooth 5.0.
  5. Sistema operativo: Fire OS 7, basato su Android.
  6. Suono: tecnologia audio Dolby Atmos.
  7. Immagine: fino a 1080p

Acquista: Amazon Fire TV Stick (Amazon)

Un bel design, ma con poche novità

Sappiamo già come inizia ogni esperienza di fruizione di un nuovo dispositivo: l’apertura della scatola. Vediamo cosa scopriamo dentro.

La verità, quello che ci aspettavamo: un controller con batterie, un caricabatterie da 5 W, un cavo microUSB e l’ adattatore HDMI. Almeno, e questo è un punto positivo in questi tempi in cui l’ iPhone 12 arriva senza caricatore, non ci siamo persi nulla. È più. Apprezziamo che tu sia venuto alle batterie.

Ma concentriamoci sul vero protagonista. Non cambia nulla sulla nuova Fire TV Stick. Stesso design delle versioni precedenti. Una specie di chiavetta un po’ più grande, uniforme, che non attira l’attenzione, ma che non dà nemmeno fastidio.

Tutto sembra fatto per passare inosservato, anche il suo discreto colore nero. “Troppo poco coraggio è codardia e troppo poco coraggio è incoscienza”, diceva Aristotele. Ebbene, la nuova Amazon è rimasta a metà. Sicuramente il filosofo gradirebbe questa opzione.

Tutto ci fa sentire che l’intenzione è che diventi un accessorio che non da fastidio. E la verità è che non è così. Almeno fino a quando non l’abbiamo collegato all’HDMI della TV.

Improvvisamente appare come uno strano elemento sul retro del dispositivo che non è proprio di nostro gradimento. È ancora discreto, ma a meno che tu non sia un genio dell’interior design, è un po’ scomodo.

Ma non allarmamoci. Inoltre, non vogliamo essere eccessivamente pignoli. Ci piace ancora la sobrietà del Bastone. Ingrandiamo il suo involucro e vediamo quali segreti ci nasconde. Niente di sorprendente.

Vediamo che nella parte superiore del dispositivo troviamo l’ ingresso di alimentazione microUSB.

Da parte sua, la connessione HDMI è su un lato. Nulla da obiettare a questa disposizione che è abbastanza comoda.

Un controllo semplice e molto funzionale

Tuttavia, siamo riusciti a trovare un elemento base per l’esperienza che ha attirato molto di più la nostra attenzione: un telecomando delicato. Piccolo, anch’esso nero e discreto, si integra benissimo con la famiglia dei gestori di casa. È un nuovo arrivato, ma una volta che inizieremo a testare le sue caratteristiche, qualcosa ci dice che presto sarà proprietario della TV.

Per noi è una delle chiavi del dispositivo. È la grande scommessa per il comfort. Il telecomando ha pulsanti per il controllo del televisore o della nostra attrezzatura, con tasti per accenderlo e spegnerlo, alzare l’audio o silenziare il televisore. Questi controlli rendono il nostro Fire TV Stick un sostituto perfetto del telecomando tradizionale.

È possibile che se non si è abituati a utilizzare questi dispositivi, si possa considerare che si tratta pur sempre di un telecomando convenzionale, anche eccessivamente semplice. Ma niente di tutto questo. Ad esempio, e continuando con Amazon, il controller Stick Lite non ha questi pulsanti di controllo del televisore.

Ovviamente ha una connessione Bluetooth. E non dimentichiamo l’eterna Alexa, una in più della famiglia se di solito utilizziamo l’ambiente amazzonico. Possiamo comunicare dal nostro comando, grazie ad un altro pulsante, in alto, che ci collega con il nostro assistente. Qui ti mostriamo alcuni trucchi per creare routine con Alexa.

hardware e connettività

La prima cosa che dobbiamo dire è che l’intera esperienza dell’utente scorre senza interruzioni dal dispositivo Amazon, quindi pensiamo che, in generale, siano stati in grado di incorporare le specifiche hardware necessarie. Anche se, ovviamente, immergendoti nei dettagli, puoi sempre chiedere qualcosa in più.

Le Amazon Fire TV Stick hanno un limite di qualità massimo di Full HD o 1080p e supportano HDR 10, HDR10+, HLG, H.265, H.264 e VP9. Ciò significa che il suo utilizzo è possibile nella stragrande maggioranza dei televisori sul mercato.

Abbiamo 1 GB di RAM e 8 GB di spazio di archiviazione. La verità? È possibile che questo gigabyte scarso sia un po’ corto per svolgere più attività contemporaneamente. Al momento non ci siamo accorti molto, ma qualcosa ci dice che quando inizieremo a chiedere di più, sentiremo quella carenza.

Abbiamo trovato particolarmente interessante il fatto che la porta USB del nostro nuovo dispositivo abbia la compatibilità OTG. E cosa vuol dire? Che, con l’aiuto di un adattatore, possiamo collegare l’USB e goderci tutto ciò che abbiamo dentro.

Il sistema operativo che utilizziamo è Fire OS 7, basato su Android. Non possiamo fare un solo reclamo. Come abbiamo detto, ci muoviamo fluidamente sullo schermo. Il processore quad-core che arriva a 1,7 GHz funziona perfettamente.

Davvero, possiamo assicurarvi che Amazon non ci sta mentendo quando afferma che grazie ad Amazon TV Stick otteniamo prestazioni superiori del 50% rispetto ai modelli precedenti.

Amazon si è impegnata a migliorare la connessione Bluetooth raggiungendo la versione 5.0, rispetto alla 4.1 della versione precedente, che anche noi apprezziamo. Per quanto riguarda la sua connettività WiFi, dual band e dual antenna (MIMO), si traduce in quella facilità d’uso che abbiamo già sottolineato.

Un altro punto positivo è il suono, che ci è piaciuto. La verità è che suona davvero bene. La tecnologia audio Dolby Atmos ha molto a che fare con questo, offrendo un’esperienza audio stereo molto interessante.

Una navigazione leggera attraverso la sua interfaccia

Cosa c’è di nuovo nell’interfaccia? Amazon ci ha assicurato che ci ha messo a disposizione un’interfaccia migliorata e, la verità è che gestirla è facile e dinamica, soprattutto grazie al supporto del telecomando.

Come previsto, l’intero ambiente Amazon diventa il protagonista principale dell’interfaccia, il che non ci impedisce di spostarci facilmente sulle nostre piattaforme delle serie preferite o di ascoltare i nostri artisti preferiti su Spotify.

Ma qui troviamo uno degli ostacoli dell’Amazon Stick che l’azienda americana ancora non ha risolto. HBO non si trova da nessuna parte.

Tenendo conto che, a nostro avviso, è la piattaforma di streaming che scommette sui contenuti di altissima qualità, si tratta di una battuta d’arresto abbastanza significativa. Sentire di non avere la possibilità di scegliere tra tutte le possibilità di intrattenimento è a dir poco fastidioso.

Oltre a ciò, le possibilità offerte dall’avere un dispositivo con queste caratteristiche ci permetteranno di concentrare buona parte del nostro tempo libero sulla nostra televisione, anche se non si tratta di una smart TV.

Navigando nell’interfaccia troveremo una moltitudine di applicazioni di ogni tipo di contenuto. La maggior parte degli utenti concentrerà buona parte del proprio tempo sulla visione di serie e film, ma abbiamo anche musica in streaming, visualizzare foto o goderci i nostri giochi preferiti a nostra disposizione, che, tra l’altro, hanno un ottimo sviluppo grazie al nuovo Amazon Fire Specifiche TV Stick.

Abbiamo parlato con Alexa

Torniamo al comando e scopriamo che in alto troviamo un pulsante. Semplicemente premendolo potremo parlare con Alexa, l’assistente di Amazon, che ci renderà ancora più semplice l’utilizzo di tutte le utilità.

In questo modo, possiamo riprodurre i nostri contenuti solo con un comando vocale ad Alexa. Se vi chiediamo di portarci a vedere l’ultimo episodio della nostra serie Netflix preferita, lo avremo sui nostri schermi in un attimo. Inoltre, possiamo utilizzare una moltitudine di abilità di Alexa.

D’altra parte, possiamo collegare la nostra Amazon Fire TV Stick con Amazon Echo. Dobbiamo scaricare l’app Amazon Alexa e quindi seguire alcuni semplici passaggi:

  1. Vai alla sezione Impostazioni.

  1. Tocca TV e video.

  1. Seleziona Fire TV e premi dispositivi di collegamento.

Una magnifica opportunità con piccole cose da migliorare

Non abbiamo intenzione di girare intorno al cespuglio. Poter trasformare il nostro televisore in una smart TV con tutte le funzionalità offerte da Amazon Fire TV Stick a meno di 40 euro ci sembra altamente consigliato. Perché siamo sicuri che gli darai un uso molto intenso.

Se hai un budget limitato e vuoi risparmiare un po’ di soldi, Amazon Fire TV Stick Lite costa £ 10 in meno ed è anche un’ottima opzione, sebbene non abbia le stesse funzionalità del telecomando.

E lo diciamo chiaramente, in un momento in cui accumuliamo sempre più controlli, poter concentrare la nostra esperienza di intrattenimento su uno solo ci sembra una delle migliori novità di questo dispositivo. Inoltre la fluidità che ne accompagna l’utilizzo gli conferisce un plus che ce lo fa consigliare più vivamente.

Naturalmente, come vi abbiamo detto, non tutto va bene. Ci infastidisce ancora il fatto che non possiamo goderci HBO sulla nostra TV e mettere un po’ più di RAM non sarebbe stato male. Ma nel complesso, Amazon Fire Stick TV ci ha reso felici.

Acquista: Amazon Fire TV Stick (Amazon)

I punti di forza dell’Amazon Fire TV Stick nella nostra recensione

  1. Ottimo prezzo in relazione a tutte le funzioni.
  2. Design del telecomando e possibilità di trasformarlo in quello principale per gestire la nostra TV.
  3. Straordinaria fluidità nel suo utilizzo.
  4. Suono stereo molto buono.

Punti deboli dell’Amazon Fire TV Stick nella nostra recensione

  1. 1 GB di RAM ci sembra scarso.
  2. Non ci piace molto l’aspetto dello stick quando lo colleghiamo alla TV.
  3. Manca per poter accedere a HBO.

La nostra valutazione

  1. Disposizione: 8
  2. Hardware: 8
  3. Interfaccia: 7
  4. Software: 8
  5. Usabilità: 9
  6. Prezzo: 9
  7. Punteggio complessivo: 8,1

Post correlati

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Botón volver arriba