Reviews

Realme 8, una scheda tecnica alta a meno di 200 euro

Il nuovo Realme 8 è la proposta del produttore nella fascia media intorno ai 200 euro, un segmento estremamente competitivo. In questa recensione vedremo che il Realme 8 si è posizionato molto bene, e che il brand continua a distinguersi per il suo aggressivo rapporto qualità-prezzo.

Il nuovo Realme 8 è un diretto rivale dello Xiaomi Redmi Note 10, che è accompagnato dal Realme 8 Pro e dal Realme 8 5G. Non è un segreto che Realme voglia sottrarre a Xiaomi parte della quota di mercato nel segmento «low cost» spagnolo, e sta migliorando sempre di più.

Il Realme 8 è uno smartphone con uno schermo Super AMOLED FHD+ da 6,4 pollici, che integra il lettore di impronte digitali sotto il pannello, qualcosa di insolito nella sua fascia di prezzo. Monta un processore MediaTek Helio G95, dalle buone prestazioni, ed una quad camera posteriore con sensore principale da 64 MP.

A livello di batteria si distingue per i suoi 5.000 mAh con ricarica rapida a 30 W, mentre lato software viene utilizzato Android 11 con personalizzazione Realme UI 2.0. Un set a priori equilibrato e interessante, nel quale andremo ad approfondire la nostra recensione.

Design accurato con personalità

Il Realme 8 offre un bel design, con finiture corrette e che si sente solido nella mano. La fascia media non utilizza materiali nobili come i modelli premium, ma questo è un esempio che l’asticella attuale è alta a livello estetico e costruttivo.

Il suo peso di appena 177 g è leggero, e lo spessore di 7,99 mm è contenuto, quindi non siamo di fronte a un cellulare eccessivamente grande per gli standard attuali, anche se non può nemmeno essere considerato compatto vista la sua diagonale dello schermo da 6,4 pollici.

La versione nera che abbiamo ricevuto sfoggia un aspetto più o meno discreto, mentre in argento il logo «Dare to leap» sul retro attira parecchia attenzione. Può piacere ai giovani utenti su cui si concentra Realme, altri potrebbero trovarlo troppo stridente.

Più avanti, lo schermo da 6,4 pollici domina il 90,8% della parte anteriore del Realme 8, con una cornice inferiore leggermente più ampia e un foro per la fotocamera selfie:

Sul retro vediamo le quattro fotocamere che sporgono un po’ dall’angolo in alto a sinistra, anche se se mettiamo la cover in gomma che viene fornita con il Realme 8 saranno protette:

Nella zona di destra , il motto «Dare to leap» è inciso a grandi lettere, combinando finiture lucide e opache. Con la versione nera non si nota molto, ma se optiamo per la versione argento attirerà molta più attenzione.

Sul lato destro vediamo i pulsanti del volume e di accensione/spegnimento, senza altri elementi:

Sulla sinistra abbiamo solo il vassoio per due schede nanoSIM e una MicroSD indipendente:

Sul bordo inferiore abbiamo la porta USB C, l’ unico altoparlante del telefono, e un jack per cuffie da 3,5 mm:

Oltre alla versione nera (Cyber ​​Black) che ci è giunta per la recensione, il Realme 8 viene venduto anche in una tonalità silver (Cyber ​​Silver), come in questa immagine:

Realme 8, specifiche

Nel Realme 8 troviamo una scheda tecnica molto competente, che offre funzionalità più che sufficienti per l’utente medio. Vediamo tutte le sue caratteristiche:

  1. Schermo: Super AMOLED FHD+ da 6,4 pollici (2.400 × 1.080 px) a 60 Hz (180 Hz touch), luminosità di 1.000 nit.
  2. Processore: MediaTek Helio G95 con 8 core fino a 2,05 GHz.
  3. Memoria: 4 GB o 8 GB di RAM LPDDR4x + 128 GB di memoria UFS 2.1, con slot MicroSD
  4. Fotocamera posteriore: 64 MP principale + 8 MP grandangolare 119º + 2 MP macro + 2 MP monocromatico.
  5. Fotocamera frontale: 16 MP.
  6. Connettività: doppia SIM 4G, WiFi 5 (ac) e Bluetooth 5.1.
  7. Porte e sensori: USB C, jack da 3,5 mm e lettore di impronte digitali su schermo.
  8. Batteria: 5.000 mAh con ricarica rapida a 30 W (caricatore incluso)
  9. Sistema operativo: Android 11 con personalizzazione Realme UI 2.0.
  10. Dimensioni e peso: 160,6 × 73,9 × 7,99 mm e 177 g.
  11. Prezzo: da 199 euro.

Fotografia come previsto

Come di consueto in Realme, sul retro è montata una quad camera, che in generale ci offre un buon livello fotografico, con risultati adatti all’utente medio. Le fotocamere degli smartphone economici stanno migliorando sempre di più e risolvono adeguatamente quasi tutti gli scatti.

Questi sono i sensori della fotocamera posteriore inclusi:

  1. 64 MP: sensore principale, apertura f/1.79, messa a fuoco PDAF e obiettivo 6P.
  2. 8 MP: 119º ultra grandangolare, apertura f/2,25 e obiettivo 5P.
  3. 2 MP: macro da 4 cm, apertura f/2.4.
  4. 2 MP: monocromatico, apertura f/2.4.

Diamo un’occhiata ad alcune foto di esempio, a cominciare dal sensore principale in luce diurna, che cattura molto bene lo scatto:

Per quanto riguarda il sensore ultra grandangolare, quando l’illuminazione è buona mostra anche prestazioni eccezionali:

È possibile applicare uno zoom digitale 2x in una scorciatoia nell’app della fotocamera, che, sebbene perda qualità, fa comunque un buon lavoro:

C’è anche l’accesso allo zoom digitale 5x, che può aiutarci a leggere testi distanti, anche se a livello fotografico perde troppa nitidezza per essere interessante:

Per quanto riguarda il sensore macro da 2 MP, è un utile complemento alla fotocamera principale quando dobbiamo scattare foto molto ravvicinate, con una messa a fuoco a 4 cm:

Sebbene la qualità della macro non sia molto elevata, riteniamo che abbia molto più senso negli smartphone economici che in altri modelli più costosi, dove il sensore principale di solito è sufficiente quando si tratta di risolvere scatti ravvicinati.

Per quanto riguarda la fotografia notturna, il Realme 8 non va male se scegliamo il sensore principale e la modalità notturna per catturare più luce:

Quando si utilizza il sensore ultra grandangolare in condizioni di scarsa illuminazione perdiamo nitidezza e colore, cosa davvero prevedibile:

Inoltre, abbiamo una selfie camera da 16 MP f/2.45, che utilizza un sensore Sony IMX471 con obiettivo 5P. Questo è un esempio di selfie all’aperto, che si è rivelato bene:

Inoltre, Realme 8 offre alcune modalità fotografiche interessanti, come l’imaging stellare, i ritratti con intelligenza artificiale e il tilt-shift, che crea il curioso effetto che gli oggetti siano un modello in miniatura.

A livello video, la fotocamera posteriore registra fino a 4K a 30 frame al secondo e slow motion a 240 fps con risoluzione 720p. La fotocamera selfie offre fino a 1080p a 120fps, con una modalità dual video in grado di registrare da entrambi i lati contemporaneamente.

Schermo Super AMOLED con lettore integrato

Il Realme 8 integra uno schermo FHD+ da 6,4 pollici (2.400 × 1.080 px) che occupa il 90,8% della parte frontale, con la cornice inferiore leggermente più ampia delle altre e un foro nell’angolo in alto a sinistra per il selfie della fotocamera.

È un pannello Super AMOLED, che offre colori vividi, neri profondi e ampi angoli di visione, quindi la qualità dell’immagine è elevata. Inoltre, la luminosità fino a 1.000 nit ci consentirà di utilizzare il Realme 8 in pieno sole senza problemi.

Montando uno schermo Super AMOLED, è stato possibile integrare sotto lo schermo il sensore di impronte digitali, una posizione comoda, anche se potrebbe essere stato posizionato troppo vicino alla cornice inferiore. È anche un lettore che funziona velocemente e quasi senza errori. Il sensore di impronte digitali sullo schermo è insolito nella fascia di 200 euro, quindi il Realme 8 ha un punto a suo favore qui.

Ovviamente il refresh dello schermo raggiunge solo i 60 Hz (tocco a 180 Hz), quando sempre più cellulari puntano su 90 Hz e 120 Hz. Alla fine, bisogna conciliare benefici e costi e, senza andare oltre, per Allo stesso prezzo, il Realme 8 5G ha uno schermo a 90 Hz in cambio dell’utilizzo di un pannello IPS, posizionando il sensore di impronte su un lato.

Il Realme 8 include un singolo altoparlante sul bordo inferiore, che offre in generale un suono di qualità, con un buon volume, anche se un po’ carente di corpo nei bassi. Al massimo volume può distorcere un po’, ma in questa fascia di prezzo sembra un audio ben risolto.

Prestazioni di buon livello

Il processore del Realme 8 è il popolare MediaTek Helio G95, che abbiamo già visto nel Realme 7, e che continua a fornire prestazioni più che adeguate nelle normali attività. Possiamo aspettarci fluidità nel sistema operativo, nelle app e nei giochi, anche se il multitasking trarrà vantaggio se scegliamo il modello da 8 GB di RAM rispetto a quello da 4 GB.

Questo è l’hardware di Realme 8:

  1. MediaTek Helio G95 come processore (prodotto a 12 nm) con 8 core (2 x Cortex-A76 a 2,05 GHz + 6 x Cortex-A55 a 2 GHz).
  2. Mali-G76 MC4 come scheda grafica.
  3. 4 GB o 8 GB di RAM LPDDR4x.
  4. 128 GB di memoria UFS 2.1 (con slot MicroSD separato).

Questo il risultato del Realme 8 su GeekBench, un test prestazionale che ne analizza la potenza:

Anche nel gaming 3D il Realme 8 si difende adeguatamente, abbiamo testato due titoli 3D impegnativi come Fortnite e Genshin Impact con buoni risultati, a settaggi medi vanno senza intoppi e senza troppi cali di frame.

Il Realme 8 non è un cellulare da gioco, ma ha abbastanza potenza per giocare correttamente agli ultimi giochi, qualcosa di straordinario se pensiamo che il suo prezzo parte da 200 euro.

5.000 mAh e ricarica rapida a 30 W

La batteria del Realme 8 è da 5.000 mAh, cifra importante che ci permetterà di superare una giornata di autonomia e arrivare addirittura ad un secondo giorno, a seconda dell’uso fatto. Eliminando le funzioni ad alto consumo energetico (soprattutto 5G e lo schermo a 90 Hz), l’autonomia è migliorata.

Abbiamo la ricarica rapida a 30 W, che ci permette di raggiungere il 100% in soli 65 minuti, e che arriva al 50% in soli 26 minuti, cifre molto buone nella fascia media.

Fortunatamente, il caricabatterie rapido è incluso nella confezione, la nostra unità di prova è di formato americano, ma in Spagna porterà logicamente un caricabatterie europeo convenzionale:

Incluso anche il cavo di ricarica (da USB A a USB C), una semplice custodia in gomma grigia traslucida e una utilissima pellicola protettiva per lo schermo, già attaccata al Realme 8.

Android 11 con il tocco Realme

Realme 8 viene fornito con Android 11 e il livello di personalizzazione Realme UI 2.0, che insieme offrono una buona esperienza a livello di sistema operativo. È uno strato fluido, non troppo pesante, e che aggiunge molte funzioni extra e alcune app, ma senza sovraccaricarlo troppo.

Abbiamo ricevuto una versione internazionale di Realme 8, che incorpora molte più applicazioni preinstallate rispetto ai modelli venduti in Spagna. Tuttavia, conoscendo il livello spagnolo di Realme UI 2.0 grazie a Realme 8 Pro, riteniamo che offrirà buoni risultati.

Tra gli extra spicca un cloner di app, la possibilità di creare sessioni separate per uso personale e lavorativo o uno spazio di gioco per configurare performance, screenshot e altri aspetti del gaming.

C’è anche un gestore di sicurezza, un file manager e alcuni strumenti come la bussola, che non possono essere disinstallati o disabilitati, anche se non tutti ne avranno bisogno.

In Realme 8 abbiamo una barra di gioco molto completa, che gestisce notifiche, prestazioni, schermate o registrazione dello schermo e ci consente persino di rispondere a WhatsApp in una finestra mobile senza uscire dal gioco:

Realme 8: pochi offrono così tanto per così poco

Certo, possiamo consigliare Realme 8 a chiunque cerchi un cellulare da 200 euro, in linea di principio il suo lancio in Spagna avverrà il 12 maggio 2021. Sebbene sia previsto un PVP da 199 euro, è possibile che durante la prenotazione periodo ricevere uno sconto speciale.

Il Realme 8 compete faccia a faccia con lo Xiaomi Redmi Note 10, che a parità di prezzo sono molto simili a livello tecnico, sebbene il Realme 8 sia riuscito a integrare il sensore di impronte sotto lo schermo invece che lateralmente, un chiaro punto di il tuo favore.

L’altra grande differenza è a livello di sistema operativo, mentre Realme UI 2.0 applica alcune personalizzazioni su Android 11, il livello MIUI di Xiaomi modifica profondamente il sistema, cosa che ha i suoi fan e i suoi detrattori.

Naturalmente, Realme 8 è un cellulare da tenere a mente nella fascia media, con un eccellente rapporto qualità-prezzo, e questo ci ha convinto mentre lo abbiamo testato.

I punti di forza del Realme 8 nella nostra recensione

  1. Buon schermo con lettore di impronte integrato.
  2. Telecamere all’altezza della sua portata.
  3. Potenza sufficiente, anche per i giochi 3D.
  4. Ampia batteria da 5.000 mAh con ricarica rapida da 30 W.
  5. Ottimo rapporto qualità prezzo.

Punti deboli del Realme 8 nella nostra recensione

  1. Schermo con refresh a soli 60 Hz.
  2. Il logo posteriore (in particolare sul modello silver) è un po’ vistoso.

La nostra valutazione

  1. Disposizione: 7
  2. Esposizione: 9
  3. Hardware: 8
  4. Autonomia: 9
  5. Fotocamera: 7
  6. Software: 7
  7. Prezzo: 9
  8. Punteggio complessivo: 8

Post correlati

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Botón volver arriba