criptovalute

Cos’è l’AVE? È bene investire? O è una truffa?

Aave è un protocollo Decentralized Finance o DeFi basato su Ethereum dedicato al settore del prestito algoritmico, essendo uno dei più riusciti nei primi anni di questo nuovo fenomeno.

Aave è un progetto che nasce in Finlandia nel 2017, dove quella parola ha il significato di fantasma. Non è affatto male per questo progetto che mira a collegare finanziatori e mutuatari in modo diretto sotto l’anonimato della rete.

All’inizio si chiamava ETHLend, il cui nome indicava chiaramente che si trattava di un progetto di prestito(prestito). Il cambio di nome è avvenuto nel 2018.

Fin dalla sua nascita è stato un successo, diventando uno dei progetti DeFi più conosciuti sul mercato, e continua ad esserlo, occupando sempre le prime posizioni per popolarità e fatturato nel mercato per questo tipo di token.

Questo progetto è anche elencato con la sua criptovaluta, AAVE, che dà il diritto di discutere e votare proposte per modificare il progetto attuale. Visto in questo modo, è quasi come se fosse una partecipazione in questa piattaforma.

Qual è il motivo del successo di questa piattaforma?

Ci sono diversi fattori che hanno fatto sì che Aave si posizionasse come uno dei progetti chiave nel mondo DeFi. Forse uno di questi è che è stata una delle prime piattaforme ad essere lanciata, ma non basta. Deve avere un’utilità e questo genera una grande domanda.

In linea di principio, il sistema doveva essere un puro ambiente di gestione dei prestiti tra coloro che hanno criptovalute in eccesso e altri che vogliono di più per poter ottenere un capitale extra per un po’.

Successivamente si è passati a un sistema più complesso basato su liquidità e protocolli algoritmici che adeguano il mercato alle esigenze degli utenti. Da questo punto di vista possiamo considerarlo un mercato del credito automatizzato.

Prezzo dell’AVE

Come funziona l’AVE?

La prima cosa è che è necessario creare un sistema di fondi di liquidità affinché possano essere prestati.

Per questo ci sono investitori che sono quelli che mettono le criptovalute necessarie in modo che altri possano prenderle in prestito.

Gli investitori, ovviamente, prestano quelle monete con l’intenzione di guadagnare un ritorno.

D’altra parte, i cercatori di capitale vanno al mercato con l’intenzione di ottenere nuove criptovalute per investire o effettuare qualsiasi operazione. Affinché questi mutuatari possano partecipare, devono inviare garanzie.

Quale garanzia viene utilizzata in AAVE?

Bene, altre criptovalute che hanno i mutuatari, e in questo caso è necessario che questa garanzia sia sovra-garanzia, il che significa che devi mettere più di quello che prendi. Ciò è dovuto all’enorme rischio che corrono questi mercati, con una volatilità pazzesca.

Nel caso in cui ci siano variazioni importanti del mercato, è possibile per AAVE liquidare il collaterale e per questo viene pagata una penale.

In realtà è un sistema abbastanza semplice, nel senso che riunisce due gruppi che cercano cose diverse e hanno ciò che l’altro vuole.

Ciò che non è così semplice è progettare l’algoritmo che fa funzionare tutto questo perfettamente e, inoltre, mantenerlo.

Quando depositiamo una criptovaluta, ad esempio DAI, riceviamo un aDAI e così via per il resto. In questo modo, i token che ricevono gli istituti di credito sono chiamati aToken e sono una prova di investimento nel sistema. Questi AToken possono anche essere scambiati in quanto sono integralmente riconosciuti nel sistema AAVE, ovvero sono i contratti degli stessi.

Come viene depositato?

Viene fatto utilizzando uno dei portafogli del mercato delle criptovalute, sono i seguenti:

  • Portafoglio del browser
  • porti
  • libro mastro
  • Portafoglio MEW
  • coinbase
  • Authereum
  • Wallet Connect
  • Toro
  • Fortmatic

In questo mercato non esiste un deposito minimo o massimo. Qualsiasi importo è consentito. A livello personale, consiglierei sempre di depositare un po’ all’inizio per testare la piattaforma e di effettuare depositi più grandi solo quando vediamo che tutto sta andando bene.

Pertanto, l’operazione è così riassunta:

  1. Il prestatore deposita criptovalute nel pool di liquidità e quindi riceve un token, che rappresenta il suo investimento nel pool. Quindi ricevi interesse col passare del tempo.
  2. Il mutuatario deve mettere una criptovaluta come garanzia e sceglie un tipo di prestito a tasso di interesse fisso o variabile. Una volta fatto, ricevi il prestito.

Diamo un’occhiata a un esempio:

Immaginiamo di voler prendere in prestito Ethereum e per questo mettiamo DAI come garanzia.

Se osserviamo il file DAI, a cui possiamo accedere cliccando sulla rispettiva valuta sullo schermo, vediamo che abbiamo una serie di dati come:

  • Rapporto di utilizzo: quanto è richiesta quella criptovaluta.
  • liquidità disponibile
  • Interessi su deposito(APY): gli interessi sul prestito
  • Può essere utilizzato come garanzia: Sì o No
  • prezzo del bene
  • LTV massimo: rapporto prestito/garanzia
  • Soglia di liquidazione: in questo caso l’80% afferma che se Ethereum salisse del 20% o più, la nostra posizione verrebbe liquidata in quanto il collaterale non raggiungerebbe il minimo.
  • Penalità di liquidazione: la % pattuita(in caso di tiro, 5%)

In questo caso ho messo una garanzia stabile come DAI, ma si potrebbe mettere anche una volatile, quindi le possibilità sono molte. Ovviamente, quando utilizziamo garanzie e prestiti in criptovalute volatili, avremo prestiti molto più dinamici.

Tassi di interesse in AAVE

Come abbiamo appena visto, il mutuatario può scegliere tra due tassi di interesse per i propri prestiti:

  • Variabile
  • Permanente

Il tasso fisso è superiore al variabile, ma questo perché rimane fisso, mentre il variabile può aumentare significativamente nel periodo.

Il tasso di interesse del tasso variabile dipenderà da vari fattori quali la liquidità disponibile in pool e la domanda di prestiti e depositi.

Se vuoi più sicurezza, sicuramente quella fissa fa per te.

Se vuoi più rischi e possibilità di vincere di più, la variabile sarà la migliore.

Quanto? Che commissioni hai?

L’utilizzo della piattaforma non è completamente gratuito. Devi sostenere una serie di spese, anche se sono molto piccole. Diamo un’occhiata a quelle commissioni:

  • Per i mutuatari, dovranno pagare lo 0,00001%, di cui l’80% va al fondo del protocollo e il 20% è per gli integratori(ma non chiariscono di cosa si tratta perché il collegamento sulla pagina dell’avee è interrotto)
  • Dei Prestiti Flash, lo 0,09%, di cui il 70% va ai depositanti, e il resto alla precedente distribuzione(80/20%)
  • Commissioni per l’utilizzo della Blockchain di Ethereum. Consultare.

Quali criptovalute sono disponibili in AAVE?

Il numero di criptovalute sta aumentando notevolmente nel tempo. Nel 2020 erano 16, ma nel giro di pochi mesi sono arrivati ​​a 24, e sicuramente il numero continuerà ad aumentare.

Le criptovalute con cui permette di lavorare sono:

Dai Moneta USD Vero USD
Moneta USDT sUSD BinanceUSD
Dollaro Gemelli ETH avvolto Ave
unswap anelano.finanza Segnalino di attenzione di base
REN Enjin Coin Rete Kyber
maglia di catena Decentrale Creatore
SNX WBTC-moneta Token DAO della curva
bilanciatore xSUSHI 0x Moneta

La maggior parte del volume del prestito è effettuato in: Dai, USD Coin, True USD e USDT Coin, che è fondamentalmente in Stablecoin.

La valuta della piattaforma, l’Aave, ha una serie di vantaggi, come ad esempio:

  • Nessuna commissione addebitata agli istituti di credito
  • Se utilizzato come garanzia si ottengono sconti
  • I prestatori che utilizzano Aave possono ottenere un importo maggiore del prestito.
La logica qui è la seguente: le persone vogliono prendere in prestito in stablecoin e giocare quel capitale con le principali criptovalute, in modo che dopo aver ottenuto il giusto ritorno, vogliono tornare in quell’altra criptovaluta stabile e ottenere un profitto.

Prestiti lampo

Questo era il prestito standard iniziale di AAVE(quando era ETHLend).

Il Prestito Flash è un prestito che viene fatto ed eseguito nella stessa transazione, cioè nello stesso momento. Questo viene fatto anche senza alcuna garanzia.

Com’è possibile? Come si può fare un prestito del genere?

Bene, perché il sistema Ethereum consente di effettuare una transazione istantanea con una cripto e allo stesso tempo viene rilasciata. Cioè, questo è qualcosa del tipo:

  • ricevere il prestito
  • fare qualcosa con esso all’istante
  • rimborsare il prestito

In questo tipo di transazione, non vi è alcun rischio per il prestatore perché il suo contratto è protetto da un protocollo di sicurezza.

Uno degli esempi di utilizzo di questo tipo di prestito flash è in un’operazione di arbitrato. In esso si presume che se vediamo un prezzo diverso tra due case diverse, possiamo fare un’operazione istantanea comprando in una e vendendo nell’altra(più costosa), in modo da ottenere un profitto «gratuito».

Ovviamente questo nel mondo reale non è come sembra e non sarà così facile. Qui siamo piuttosto nel campo dei programmatori e degli esperti in materia algoritmica. In effetti, questo tipo di prestito è disponibile solo per i programmatori.

Utilizzando piattaforme come DeFi Sabre o Furucombo, puoi effettuare transazioni a tre con altre piattaforme e strutturare un’operazione in cui risolviamo uno di questi contratti.

È un po’ come avere gli occhi puntati su una risorsa su un determinato sito. Effettuare un’operazione algoritmica ed eseguirla in Aave, in modo tale che nel momento in cui facciamo il prestito riusciamo ad acquistare il bene, e allo stesso tempo restituiamo il capitale del prestito.

AA Ve è sicuro?

Questa è una delle domande più importanti in questo post, se non la più.

Almeno mi sembra così.

La prima cosa di cui vogliamo essere sicuri in questo mondo di operazioni online al 100% è che siano sicure.

La prima cosa che viene in mente è se AAVE è stato violato in passato o meno.

Nei suoi primi anni di utilizzo, non è una piattaforma che ha avuto la reputazione di essere stata violata o rubata. Ciò non significa che sia privo di rischi.

Nel febbraio 2021 ho trovato una notizia secondo cui 2,8 milioni di dollari in yearn.finance potevano essere rubati tramite Aave. Anche se c’è da dire che il problema del furto sembra essere più legato all’altra piattaforma.

AAVE è una truffa?

In teoria, siamo di fronte a un sistema abbastanza sicuro che ha visto come i fondi in esso investiti siano aumentati vertiginosamente anno dopo anno, passando da poche decine di milioni di dollari a oltre 5 miliardi di inizio 2021. Questa è la prova che è un sistema che non sembra essere una truffa.

Come ogni sistema nel mondo blockchain, ha i suoi rischi, ma a parte il caso che ho menzionato prima, difficilmente vedremo segnalazioni di problemi sulla piattaforma.

Questo potrebbe cambiare in futuro?

Certo, ma questo riguarda anche il resto del settore.

Quello che posso dire per ora è che Aave è una delle piattaforme di maggior successo nel mondo DeFi, e questo è per una ragione.

Un altro dettaglio importante di questa piattaforma è che il suo creatore ha un profilo pubblico, qualcosa che differenzia i progetti di successo da quelli che non lo fanno.

Un mercato soggetto a non pochi attacchi ad altre piattaforme è quello dei prestiti flash, quindi fai attenzione quando lo utilizzi.

Conclusione Puoi guadagnare con Aave?

Questa è un’altra delle domande che contano davvero in questo post.

Ti do la mia opinione.

In teoria si. Questa è l’idea alla base del programma.

In caso negativo, cosa avrebbero investito lì i risparmiatori?

Dal modo in cui ho visto come si è evoluto il progetto, sono sicuro che ci sono soldi da guadagnare. Infatti in questo momento sto pensando di iniziare a investire qualcosa.

Quello che succede è che, come ogni cosa, dobbiamo tenere conto di alcuni problemi.

Visto sopra, posso chiarire che si tratta di un sistema abbastanza speculativo, che dipende dal prezzo delle criptovalute in costante aumento. In tal caso il prestatore si accontenta di guadagnare un buon interesse, mentre il mutuatario cerca di guadagnare dall’aumento del prezzo dei precedenti.

Nel caso del prestatore, lo vedo più chiaramente, ma il mutuatario non sa se può ottenere grandi vantaggi dalla questione. Ciò è dovuto, tra le altre cose, alle limitazioni del programma, con la percentuale di regolamento. Quest’ultimo blocca un po’ la flessibilità dell’operazione.

Il problema arriva quando ci sono mercati ribassisti nelle criptovalute, che ci sono anche, anche se non è il caso normale. Quando le cose vanno male e i prezzi scendono, vediamo grandi perdite nei mutuatari, che non solo non vedono liquidare le loro garanzie, ma vedono anche come il valore delle loro criptovalute crolla e alla fine perdono una quantità apprezzabile di denaro; importo che viene aggravato dagli interessi sul prestito, che come abbiamo visto non sono proprio esigui.

Pertanto sembra un sistema più interessante dal punto di vista dell’investitore, almeno nei normali prestiti.

Se passiamo ai prestiti flash, potrebbe esserci un vantaggio per gli sviluppatori sofisticati che possono vedere guasti di sistema in altri mercati e applicare gli algoritmi per eseguire quei vantaggiosi contratti intelligenti. Ancora non lo vedo così facile.

Ad esempio, nel seguente tweet si vantano di un gioco che li ha fatti guadagnare un sacco di soldi arbitrando, anche se penso che fosse un altro prestito lampo, non quello di Aave:

Sarà vero o no?

Ci sarà un trucco?

Chi lo sa?

Ma credo che valga la pena vedere dove vanno gli scatti e l’interesse medio che si può riscontrare in chi cerca di avvalersi di questo tipo di prestiti flash.

 

Post correlati

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Botón volver arriba