Reviews

Vivo X60 Pro, un cellulare con una tripla fotocamera che conquista l’alta gamma

La guerra per il trono nell’alta gamma non si ferma, prova ne è l’arrivo sul mercato di un nuovo cellulare con il quale possiamo raggiungere il top della fotografia. Stiamo parlando del nuovo Vivo X60 Pro 5G, un cellulare che si presenta con una finitura molto alta e con una fotocamera per lasciarci tutti a bocca aperta, e poi vedremo tutte le sue caratteristiche nella nostra recensione.

L’arrivo di Vivo in Spagna nel 2020 ha fatto sì che molti clienti potessero avere accesso a tutti i suoi prodotti, in quanto è un marchio che continua a dare tutto per raggiungere la vetta, cosa che abbiamo potuto verificare con la recensione di uno dei suoi ultimi cellulari, i Vivo Y20 si trovano nel segmento di fascia media più conveniente.

Ora concentriamoci sul nuovo X60 Pro, l’ammiraglia del marchio sbarca in Spagna ed è qui per restare. Siamo di fronte a un cellulare con uno schermo AMOLED da 6,56 pollici, accompagnato dallo Snapdragon 870 come processore e anche 12 GB di RAM, il tutto con una memoria di 256 GB.

Per quanto riguarda il software del Vivo X60 Pro, viene fornito con Android 11 che siamo sicuri raggiungerà la nuova versione, Android 11 e tutto questo dopo uno strato di personalizzazione del sistema operativo Funtouch che rasenta la massima esperienza con Android puro.

Un ottimo design con finiture di successo

Le dimensioni presentate dal Vivo X60 Pro sono molto generose (158,6 x 73,2 x 7,6 mm), le sue dimensioni sono nella media in termini di cellulari con queste dimensioni dello schermo o simili. Il suo peso è di soli 179 grammi, il che lo rende davvero leggero e molto maneggevole.

La parte frontale del Vivo X60 Pro è occupata da uno schermo AMOLED da 6,56 pollici con una risoluzione di 2.376 × 1.080 pixel, che ha un’area utile del 92,7% e un foro nella parte centrale per la selfie camera, inoltre ha molto piccole cornici su uno schermo 3D Ultra O curvo.

Sul retro del Vivo X60 Pro possiamo vedere dei colori molto sorprendenti, accompagnati da un modulo fotocamera che sporge notevolmente, quindi vi consigliamo di metterci sopra la cover inclusa. La fotocamera è stata realizzata da Vivo con la collaborazione di Zeiss, ne parleremo più avanti.

Sul bordo destro possiamo notare i classici pulsanti volume su e giù e il pulsante on/off con una leggera ruvidità per differenziarlo al tatto.

Sul bordo inferiore Vivo ha scelto di posizionare il connettore USB-C per la ricarica e le cuffie, lo slot per aggiungere fino a 2 SIM e un potente altoparlante di cui parleremo più avanti.

Abbiamo ricevuto per la recensione del Vivo X60 Pro il modello di colore Shimmer Blue, ma possiamo ottenerlo anche in un altro colore chiamato Midnight Black, con una sfumatura più morbida, dobbiamo dire che almeno il terminale Shimmer Blue ha una finitura opaca che si adatta molto bene al tatto.

Vivo X60 Pro, specifiche

Trattandosi di una fascia alta abbiamo un hardware molto potente, il nuovo Vivo X60 Pro mostra una scheda tecnica alquanto strepitosa, visto che rientra nella fascia di prezzo della fascia alta, 799 euro per entrambe le colorazioni. Vediamo quindi le sue specifiche complete:

  1. Dimensioni e peso: 158,6 x 73,2 x 7,69 mm e 179 g.
  2. Schermo: AMOLED da 6,56 pollici a 120 Hz e HDR10+ e risoluzione di 2.376×1.080 pixel (FHD+).
  3. Processore: Qualcomm Snapdragon 870 octa-core.
  4. Memoria RAM: 12 GB espandibili a 15 GB.
  5. Memoria interna: 256 GB con UFS3.1.
  6. Fotocamera posteriore: tripla con sensore principale da 48 MP e Gimbal 2.0.
  7. Fotocamera frontale: 32 MP con stili e funzioni aggiuntivi.
  8. Connettività: 5G, Bluetooth 5.1, WiFi 6E e GPS.
  9. Porte e sensori: USB-C e sensore di impronte digitali sullo schermo.
  10. Batteria: 4.200 mAh con ricarica rapida a 33 W.
  11. Sistema operativo: Android 11 con Funtouch OS 11.1.

Acquista: Vivo X60 Pro (Fnac)

Una tripla fotocamera in cui collabora il colosso Zeiss

In ambito fotografico, Vivo ha deciso di fare un passo avanti, ne è prova la collaborazione con il colosso dell’ottica e dell’optoelettronica Zeiss. La sua tripla fotocamera è dotata di un sensore principale da 48 MP e un’apertura f/1.48 molto generosa, nonché uno stabilizzatore Gimbal 2.0.

In breve, potrebbe essere la cosa più vicina a una cinepresa adattata. I tre sensori che il Vivo X60 Pro monta sono:

  1. 48 MP: fotocamera principale con apertura f/1.48, sistema di stabilizzazione Gimbal 2.0 e tecnologia Pixel Shift per scattare foto più nitide.
  2. 13 MP: fotocamera bokeh con apertura f/2.46 e zoom ottico 2x.
  3. 13 MP: fotocamera grandangolare da 120º con un’apertura di f/2.2 con zoom digitale fino a 20x.

Vediamo una fotografia di esempio con il Vivo X60 Pro con condizioni di luce ottimali e il sensore principale:

Successivamente, possiamo vedere una foto scattata con il grandangolo di 120º del Vivo X60 Pro:

Con lo zoom ottico 2x potremo ottenere una grande qualità, visto che la foto che vedrete qui sotto è stata scattata con il sensore principale del Vivo X60 Pro:

Ora possiamo iniziare ad aumentare lo zoom, ma in digitale, nonostante abbiamo uno zoom massimo di 20x con il quale notiamo la perdita di qualità:

Grazie al riconoscimento della scena e all’intelligenza artificiale, oltre agli obiettivi di alta qualità creati da Zeiss, possiamo ottenere scene davvero accattivanti, in cui difficilmente noteremo la differenza con la foto reale.

Una delle caratteristiche che rendono unica la fotocamera del Vivo X60 Pro è lo stile fotografico «Zeiss Biotar» con il quale possiamo ottenere l’effetto mitico degli obiettivi Zeiss Biotar con un nitido effetto centrale e un Bokeh rotazionale.

Possiamo anche vedere la modalità macro con la quale otteniamo una buona qualità, anche se nella foto possiamo vedere del rumore.

Arriviamo alla parte più complessa in termini di fotografia mobile , la fotografia notturna, colpevole di molti dei miglioramenti che tutti i produttori apportano alle loro fotocamere di fascia alta.

Nel caso del Vivo X60 Pro siamo di fronte a un cellulare con una fotocamera incredibile, in molti casi possiamo confrontarlo con quelli dei più grandi come Xiaomi Mi 11 Ultra, Galaxy S21 Ultra o iPhone 12 Pro Max, quindi le foto sono all’altezza.

La fotografia notturna del Vivo X60 Pro è molto buona, ha una modalità notturna dedicata che eseguirà un’elaborazione di grande successo, anche se avrà anche una modalità intelligente quando rileva aree con scarsa illuminazione.

Vediamo un esempio di zoom 2x nella fotografia notturna:

Ora vediamo finalmente una fotografia scattata con il grandangolo, in cui si nota una buona qualità, ma un po’ di rumore in alcune zone.

Sulla parte frontale possiamo notare un piccolo foro dedicato alla selfie camera da 32 MP e un’apertura f/2.45, compatibile anche con modalità notte, ritratto, foto, video e tante altre funzioni, tra cui smart HDR.

I selfie sia all’aperto che all’interno sono davvero sorprendenti, potremmo dire che abbiamo un grande successo in questa fotocamera, che ha anche un angolo sufficiente per catturare più persone.

Per quanto riguarda il video, possiamo dire che il Vivo X60 Pro è uno dei migliori telefoni per questo, perché grazie al suo stabilizzatore Gimbal 2.0 a cinque assi possiamo compensare una sessione di corsa o anche registrare cortometraggi, e ha un Una delle migliori fotocamere sul mercato.

Schermo AMOLED a 120Hz

Il Vivo X60 Pro integra uno schermo da 6,56 pollici con un pannello AMOLED con una risoluzione di 2.376 × 1.080 pixel e una frequenza di aggiornamento massima di 120 Hz compatibile con HDR10 +, ha anche una modalità di aggiornamento adattivo, ma possiamo anche impostarla su 60 Hz.

Questa frequenza di aggiornamento rende le sessioni di gioco molto più intense e quindi migliora la loro esperienza, e alcuni riusciranno ad ottenere una frequenza di risposta fino a 240 Hz.

Ovviamente siamo di fronte ad un grande schermo LTM realizzato in vetro AG in collaborazione con Qualcomm, oltre ad essere AMOLED abbiamo degli ottimi angoli di visuale e, soprattutto, una luminosità massima di 1.300 nits, quindi non avremo problemi a vedere lo schermo all’aperto con molta luce.

Grazie alle modalità immagine potremo optare per colori caldi e impostazioni ottimali per la cura della vista, ma avremo anche una modalità professionale con la quale avremo un’esperienza visiva molto maggiore. Tutto questo è configurabile dalle impostazioni del Vivo X60 Pro.

Il sensore di impronte sotto lo schermo è veloce e anche molto affidabile, con dimensioni un po’ ridotte in caso di mani molto grandi. Qualcosa che non ci è piaciuto per niente è che è molto vicino al frame inferiore, quindi potremmo avere problemi ad afferrarlo in alcune occasioni, cosa che abbiamo potuto vedere in altri terminali come il Realme GT.

Senza dubbio, avendo uno schermo AMOLED, avremo, ovviamente, la modalità Always-On-Display completamente configurabile con la quale potremo avere alcuni elementi sullo schermo come l’orologio e le icone di notifica sempre attive.

Per quanto riguarda il suono, possiamo dire che Vivo non ha voluto concentrarsi molto perché non ha il suono stereo ed è qualcosa che non ci è piaciuto per niente dato che è un cellulare con queste caratteristiche, dovrebbe includerlo, nonostante questo l’unico altoparlante posizionato sul bordo inferiore fa un ottimo lavoro e ha un’ottima qualità del suono con certificazione del suono Hi-Res.

Le cuffie che include il Vivo X60 Pro sono collegate tramite il connettore USB-C e con le quali otteniamo una buona qualità audio quando le utilizziamo, possiamo dire che in generale l’audio del Vivo è più che accettabile.

Una performance eccezionale e al culmine del meglio

Per quanto riguarda le prestazioni del Vivo X60 Pro, possiamo dire che siamo di fronte a una grande ottimizzazione del sistema, godiamo di una grande fluidità grazie ai suoi 120 Hz. Il processore che monta il Vivo è lo Snapdragon 870, non è l’ultimo modello, ma siamo di fronte a una grande potenza.

In applicazioni impegnative possiamo avere anche una velocità di risposta di 240 Hz, purché l’applicazione sia compatibile, anche grazie ai suoi 12 GB di RAM che possiamo espandere a 15 GB ricavandola dalla memoria di archiviazione.

Sì, avete letto bene, Vivo X60 Pro sarà in grado di ottenere fino a 3 GB di memoria di archiviazione per convertirlo in RAM, quindi non avremo problemi di prestazioni in quasi tutte le occasioni.

Ai 12 GB di RAM si affiancano anche 256 GB di storage UFS 3.1, che non potremo espandere con MicroSD. Ora vediamo l’hardware completo del Vivo X60 Pro:

  1. Qualcomm Snapdragon 870 come processore prodotto in 7nm con 8 core (4 x 1,8 GHz + 3 x 2,42 GHz + 1 x 3,19 GHz).
  2. Adreno 650 come scheda grafica.
  3. 12 GB di memoria RAM LPDDR4x espandibile a 15 GB.
  4. 256 GB di memoria UFS 3.1 (non espandibile).

Abbiamo effettuato un test delle prestazioni su GeekBench, e di conseguenza i punteggi confermano che abbiamo un cellulare con una grande potenza, anche se non è il migliore:

Il Vivo X60 Pro non è un cellulare orientato al gioco, ma ha una modalità di gioco con la quale avremo un’esperienza molto più coinvolgente e anche questo ci impedirà di avere distrazioni nelle sessioni di gioco che abbiamo.

In sessioni di gioco come Asphalt 9 o League of Legends: Wild Rift possiamo vedere prestazioni ottimali e pochissimi cali di FPS, quindi sessioni di gioco ad alto fabbisogno sono assicurate senza distrazioni.

Ricarica rapida a 33 W

Nel Vivo X60 Pro abbiamo una batteria da 4.200 mAh, una cifra più che sufficiente poiché ha una grande ottimizzazione del sistema e quindi non avremo perdite di batteria molto grandi, tutto questo insieme al fatto che lo schermo AMOLED ha un basso consumo.

È vero che se attiviamo il 5G giochiamo a lungo, attiviamo il refresh rate sempre a 120 Hz, possiamo notare un rapido decremento della batteria, ma non avremo problemi perché avremo una ricarica rapida di 33 W con cui otterremo qualcosa in più del 50% di batteria in soli 30 minuti.

Insieme al Vivo X60 Pro arriva il caricabatterie con il relativo cavo, le cuffie cablate e anche una custodia in plastica rigida che protegge il modulo della fotocamera e gli angoli del terminale, sebbene i lati dello schermo siano alquanto non protetti nonostante abbiano una pellicola protettiva.

Android 11 con sistema operativo Funtouch 11.1

Il sistema di Vivo X60 Pro è Android 11 con un livello di personalizzazione che non ha quasi nessun tipo di bloatware, solo alcune applicazioni Google e altre come Netflix o Facebook. In termini di design, Funtouch OS è la cosa più vicina al puro Android, quindi avremo un’esperienza visiva molto simile a quella dei cellulari Pixel.

Questo è l’aspetto dell’interfaccia del Vivo X60 Pro con Android 11 sotto il sistema operativo Funtouch:

Per quanto riguarda la finitura visiva del Vivo X60 Pro, ci sarebbe piaciuto utilizzare lo schermo AMOLED, tenendo conto degli sfondi neri puri per vedere la capacità dei pixel spenti per il risparmio energetico.

A livello di funzione, lontano dalla modalità di gioco, possiamo avere un ottimizzatore, che analizzerà in profondità il nostro cellulare alla ricerca di risorse da ottimizzare, ha anche un’opzione per clonare app con cui potremo avere la stessa app due volte, utile per avere più account.

Vivo X60 Pro: un prezzo accessibile e all’altezza della fascia alta

La Vivo X60 Pro ha un prezzo che non tutti sono disposti a pagare, ma ne vale la pena, in quanto possiede una delle migliori fotocamere sul mercato con ottiche che hanno convinto molto e che, grazie alla collaborazione con Zeiss, l’eccellenza fotografica è stata raggiunta.

Per quanto riguarda l’acquisto, possiamo ottenere il Vivo X60 Pro al prezzo di 799 euro in una delle due colorazioni e con un’unica versione, 12 GB di RAM e 256 GB di storage. Non sappiamo se apparirà in vendita nella sezione del prossimo Amazon Prime Day.

Acquista: Vivo X60 Pro (Fnac)

I punti di forza del Vivo X60 Pro nella nostra recensione

  1. Schermo AMOLED a 120 Hz con lettore di impronte digitali ultra veloce.
  2. Tripla fotocamera creata da Zeiss e Vivo.
  3. Ricarica rapida a 33W.
  4. Ottime prestazioni con RAM espandibile.
  5. È apprezzato che includa cuffie, caricabatterie, custodia e protezione per lo schermo.

Punti deboli del Vivo X60 Pro nella nostra recensione

  1. Suono un po’ carente in alcuni aspetti in quanto non è stereo.
  2. Mancanza di un altoparlante nella zona superiore.
  3. La sensazione della parte posteriore ci ricorda la plastica.
  4. L’implementazione dello Snapdragon 888 sarebbe stata apprezzata.

La nostra valutazione

  1. Disposizione: 7
  2. Esposizione: 9
  3. Hardware: 8
  4. Autonomia: 8
  5. Fotocamera: 10
  6. Software: 9
  7. Prezzo: 7
  8. Punteggio complessivo: 9,6

Post correlati

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Botón volver arriba