criptovalute

Bancor Network è una truffa? Opinioni e recensione 2022

Le finanze decentralizzate stanno vivendo un vero boom negli ultimi anni. Per questo nascono iniziative come Bancor, un network con cui scambiare migliaia di criptovalute in pochi secondi.

In questo articolo ti dirò cos’è Bancor Network, come funziona, cosa puoi farci e cosa puoi aspettarti dal tuo token BNT.

Cos’è la Rete Bancaria?

Bancor Network è una piattaforma decentralizzata che semplifica agli investitori il commercio tra criptovalute, rendendo questo processo più semplice, veloce ed economico.

Attualmente è possibile effettuare scambi tra quasi 10.000 token diversi e tutti senza la necessità di una controparte.

Fonte

La Rete Bancor è stata sviluppata nel 2016 da un gruppo di imprenditori israeliani con una certa esperienza nell’ambiente delle start-up della Silicon Valley.

Nel 2017 è stata l’ICO( Initial Coin Offering) del suo token BNT, in cui sono riusciti a raccogliere 153 milioni di dollari in Ethereum in poche ore, un successo clamoroso per gli sviluppatori, paragonabile a quello di progetti come Tezos.

Da allora, il Bancor Network ha consentito lo scambio di oltre 1,5 miliardi di dollari in token, e il team di sviluppo non ha smesso di implementare miglioramenti alla rete. Pertanto, sia il livello di utenti che la liquidità non hanno smesso di aumentare da allora.

Come registrarsi con Bancor? È sicuro?

Non è necessario creare un conto Bancor per iniziare a fare trading di token, devi solo collegare il tuo portafoglio di criptovaluta. Attualmente è possibile collegare quanto segue:

  • MetaMask
  • Portafoglio Coinbase
  • reticolo
  • Authereum
  • Trezor
  • musica lirica
  • Fortmatic
  • Wallet Connect
  • libro mastro
  • Toro
  • porti

Per quanto riguarda la sicurezza di Bancor Network, si segnala che la piattaforma dispone di tutte le misure di sicurezza necessarie per poter operare.

Sul suo sito Web troverai collegamenti a diversi rapporti controllati in cui mostrano che si tratta di una piattaforma sicura. Inoltre, poiché non è necessario creare un account, la tua sicurezza quando lavori con Bancor Network risiede anche nel tuo portafoglio.

Bancor Network è una truffa?

Al momento non sembra essere una truffa.

Secondo me questa azienda non è nata per essere un progetto fatto per ingannare le persone. Penso che sia progettato per cercare di diventare uno degli scambi defi del futuro.

Quello che può succedere è che il progetto non finisca di funzionare, o perché non sta andando bene o perché è messo alle strette dalla concorrenza, nel qual caso potrebbe chiudere o fallire, ma dubito che si presterà a qualsiasi truffa tempo a disposizione. Ciò non significa che escludiamo ogni possibilità.

Al momento è un progetto con una buona reputazione nel mercato crypto e defi.

Come funziona la Banca?

Il progetto Bancor Network sembra molto interessante, ma come funziona effettivamente e cosa lo differenzia dagli altri exchange?

Come dicevo, la cosa veramente innovativa di Bancor è che quando vuoi scambiare un token o una criptovaluta con un’altra, non hai bisogno di una controparte. Negli scambi normali o nella vita reale, affinché uno scambio avvenga ci devono essere 2 parti coinvolte, ma Bancor ha bisogno solo di una persona per completare la transazione.

Affinché questo sistema funzioni, devono esserci 2 tipi di utenti:

  • Utenti: sono coloro che utilizzano la piattaforma per effettuare scambi di criptovalute.
  • Fornitori di liquidità: sono utenti che vogliono ottenere un ritorno economico utilizzando passivamente Bancor.

Quando gli utenti vogliono effettuare uno scambio, devono solo accedere al sito Web Bancor o a una DApp che funziona con il Protocollo Bancor(ad esempio 1inch) e selezionare i token che desiderano scambiare.

Bancor è uno scambio AMM( Auto Market Maker), quindi utilizza uno speciale algoritmo per calcolare la conversione da una valuta all’altra. Ma affinché questa transazione possa essere effettuata, è necessario comprendere il ruolo dei fornitori di liquidità.

Questi utenti forniscono liquidità al sistema depositando le loro criptovalute in cambio di commissioni. Questi pool di liquidità non sono altro che gli smart contract utilizzati dalla Rete Bancor in modo che le operazioni degli utenti siano generate automaticamente.

Ogni volta che si verifica uno scambio, l’utente paga una commissione, che viene condivisa tra i fornitori di liquidità e la piattaforma.

Quando i fornitori di liquidità depositano i loro token in un pool di liquidità Bancor, ricevono un token pool, che indica la loro partecipazione al pool. Per entrare in uno di questi pool, vengono solitamente utilizzati BNT e un altro token, ad esempio ADA. Tuttavia, potrebbero esserci anche pool ADA/USDB, quest’ultimo essendo una stablecoin supportata da BNT. Per questo esempio, verrà generato un token pool ADA/BNT che può essere scambiato con l’importo ADA e BNT originale più le commissioni generate.

Inoltre, e uno dei veri punti positivi di Bancor, è che consente conversioni tra token che appartengono a blockchain diverse. Attualmente consente solo queste conversioni cross-chain tra EOS ed Ethereum, anche se si presume che in futuro verranno aggiunti più blockchain.

Cosa possiamo fare in Bancor Network?

In Bancor Network non solo puoi scambiare criptovalute, ma puoi anche svolgere tutte queste attività:

Commercio

Bancor Network consente ai suoi utenti di fare trading scambiando criptovalute. Per fare ciò devi solo accedere alla sezione Swap del menu di sinistra e modificare il tuo ordine.

Puoi inserire ordini di mercato o ordini limite, ovvero vengono eseguiti quando il prezzo raggiunge un certo valore.

Pool

Puoi diventare un fornitore di liquidità e guadagnare passivamente rendimenti sulla Rete Bancor. Per fare ciò, devi solo selezionare il pool che ti interessa nella sezione Dati e cliccare sull’icona “+”.

In questo modo ti porterà a una finestra che ti chiede di indicare quanti token vuoi depositare nel pool, inserisci un numero e fai clic su «Rifornisci».

Picchettamento

Oltre a fornire liquidità al sistema per ottenere rendimenti, puoi massimizzare i tuoi profitti puntando i token del tuo pool. Per farlo devi andare nel tuo Portfolio e cliccare sull’icona “+” di My Stake.

Si aprirà quindi una casella in cui è necessario selezionare quale pool di token si desidera utilizzare per lo staking. Scegli il pool che desideri e seleziona il token con cui vuoi puntare.

Dati

In Dati puoi vedere tutti i pool aperti e i token negoziabili sulla Rete Bancor. Questo ti darà informazioni sul rendimento che puoi aspettarti da ciascun pool, il tempo necessario per la chiusura e la liquidità di ciascun pool.

Se non trovi la piscina che stai cercando, puoi crearla cliccando su “+ Piscina”. Nel caso in cui il pool esista già, genererà un messaggio di errore e, se non è stato ancora creato, ti chiederà di collegare il tuo portafoglio per effettuare il primo deposito.

Governo

Qualsiasi utente della rete Bancor può partecipare alle decisioni prese in merito al futuro dell’azienda. Per fare ciò, nella scheda Vota della piattaforma Bancor, è indicato che per partecipare alla votazione è necessario avere in staking vBNT.

Per ottenere vBNT devi accedere allo scambiatore e scambiare qualsiasi criptovaluta con vBNT. Una volta che hai vBNT nel tuo portafoglio, puoi accedere alla scheda Vota e puntare quei token.

Le votazioni si fanno sulla piattaforma Snapshot, una decisione che è stata presa votando e che ha ottenuto la stragrande maggioranza. Se hai vBNT in staking puoi accedere a vote.bancor.network e votare su proposte aperte o anche aprirne di tue.

Il token BNT

Come ho accennato in tutto l’articolo, Bancor Network ha la sua criptovaluta, che è ampiamente utilizzata sulla piattaforma per fornire liquidità al sistema.

È un token che gira sulla blockchain di Ethereum e attualmente è all’89° posto su CoinMarketCap, con un prezzo di $ 4,54. L’attuale fornitura di token è di 201,8 milioni, anche se gli sviluppatori non hanno ancora rivelato quale sia la fornitura massima.

Il suo prezzo ha raggiunto i massimi storici al momento dell’ICO, quando i token costavano circa $ 24. Dopo un forte calo a $ 2, ha avuto una spinta nel rally del 2017, raggiungendo un minimo di $ 10 prima di crollare di nuovo a $ 0,17 nella prima metà del 2020.

A quanto pare BNT sta guadagnando un bel po’ di forza negli ultimi mesi, soprattutto nella prima metà del 2021, quando è riuscita a moltiplicare il suo prezzo per 7.

Come acquistare BNT

BNT è un token accettato da molti scambi, quindi non avrai problemi a trovarlo. Personalmente consiglio di acquistarlo su Coinbase per la sua grande qualità, facilità d’uso e sicurezza.

Per fare ciò, devi solo creare un account e acquistare BNT con una carta o depositare denaro fiat tramite bonifico bancario.

Qualunque sia il metodo che scegli, devi solo cercare la criptovaluta, selezionare «Acquista» e la quantità di denaro che vuoi spendere. Con il computer questo si fa dalla sezione “Prezzi”, e sul telefono dal pulsante blu che troverai in fondo allo schermo.

Pareri finali e conclusione

Bancor Network è una delle piattaforme di finanza decentralizzata che ha guadagnato più forza negli ultimi anni grazie alla comparsa di centinaia di nuovi token che devono essere scambiati in modo efficiente. Ma non è tutto, Bancor permette anche scambi cross-chain, cioè tra blockchain differenti.

Non c’è dubbio che Bancor Network e altre piattaforme simili saranno molto utili in futuro, anche se è difficile sapere quale sopravviverà a lungo termine.

Al momento, possiamo vedere che la liquidità nei pool di Bancor è aumentata molto rapidamente dalla metà del 2020, così come il suo token BNT, che da allora è passato da $ 0,2 a oltre $ 9.

Tutto questo ci dà chiare indicazioni che la comunità crypto apprezza il lavoro del team BNT e che sostiene il progetto, quindi tutto indica che la crescita di Bancor Network è appena iniziata.

Post correlati

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Botón volver arriba