Guide

Wi-Fi: standard, condizioni e altro da sapere

La tecnologia WiFi fa parte della nostra vita quotidiana, ma molte persone potrebbero non sapere cosa si nasconde dietro quelle 4 lettere, la sua storia, i termini più importanti e altri tipi di aspetti di qualcosa con cui possiamo connetterci a Internet in modalità wireless oggi.

Wi-Fi sta per “ Wireless Fidelity ” o fedeltà wireless. Fondamentalmente è una tecnologia attraverso la quale dispositivi come computer, telefoni cellulari, console di gioco, tablet e altri si collegano a Internet in modalità wireless, senza bisogno di cavi.

È stato il consorzio WECA o WiFi Alliance a sviluppare la tecnologia WiFi, ma non chi le ha dato questo nome specifico, aspetto che è stato commissionato da una società di pubblicità e da cui è nato questo nome popolare e facile da ricordare che citiamo ogni giorno..

La necessità di creare una tale tecnologia è nata perché c’era la necessità di creare una sorta di connessione wireless che offrisse un’elevata compatibilità. Da lì abbiamo visto come di volta in volta sono emersi diversi standard o standard WiFi IEEE 802.11.

Tipi di Wi-Fi

Nel 2021 abbiamo 7 tipi di standard WiFi, ognuno di essi offre una velocità diversa e funziona su una o più frequenze. Ogni nuovo router che appare equipaggia lo standard più recente ed è compatibile con tutti i precedenti, ora abbiamo quanto segue:

  1. 802.11: funziona nella banda 2.4 GHz, velocità di 2 Mbit/s. È del 1997.
  2. 802.11a: Funziona nella banda 5 GHz, velocità di 54 Mbit/s. È del 1999.
  3. 802.11b: Funziona nella banda 2.4 GHz, velocità di 11 Mbit/s. È del 1999.
  4. 802.11g: Funziona nella banda a 2,4 GHz, velocità di 54 Mbit/s. È del 2003.
  5. 802.11no WiFi 4: funziona nella banda di 2,4 GHz e 5 GHz, velocità di 600 Mbit/s. È del 2009.
  6. 802.11ac o WiFi 5: funziona nella banda 5 GHz, velocità di 6,93 Gbps. È del 2013.
  7. 802.11ax o WiFi 6: funziona nella banda 2,4 GHz e 5 GHz, velocità di 9,6 Gbps. È del 2019.

Più nuovo è lo standard, maggiore è la velocità che offre. WiFi 6 è lo standard più recente di tutti, anche se lo standard WiFi 5 è il più diffuso in quanto offerto dalla maggior parte dei router, incluso il FRITZ!Box di AVM.

Cioè, ci sono molti più router con supporto per WiFi 5 o 802.11ac rispetto a WiFi 6, anche se questo sta cambiando. Tuttavia, le possibilità offerte dai router FRITZ!Box relative alle reti wireless sono più avanzate rispetto a quelle di altri router.

Ad esempio, praticamente tutti i router FRITZ!Box funzionano con WiFi Mesh, il che è un vantaggio se un utente ne ha più di uno. Per quanto riguarda le funzionalità, è possibile impostare un timer per disabilitare la rete wireless di notte o quando non verrà utilizzata per un breve o lungo periodo, nonché la possibilità di disattivarla manualmente con un pulsante offerta dalla maggior parte dei router, tra altre opzioni..

Termini e parole relative al WiFi

Intorno alla tecnologia WiFi troviamo alcuni termini e concetti di cui probabilmente hai sentito parlare molto, ma, tuttavia, non sai quali siano. Questi sono alcuni:

  1. Ripetitore WiFi: è un dispositivo che si collega alla corrente e offre la possibilità di espandere un segnale wireless WiFi offerto da un router in una zona dove è debole o inesistente. Un buon esempio potrebbe essere il FRITZ!Repeater 2400.
  2. Sistemi WiFi Mesh o WiFi mesh: sono costituiti da più punti di accesso o satelliti che generano un’unica rete WiFi, in modo che un cellulare, tablet o altro dispositivo che necessita di una connessione Internet si colleghi al «satellite» più vicino o alla migliore connessione offerta.
  3. WPA: acronimo di WiFi Protected Area, è un protocollo di sicurezza che permette di proteggere le reti WiFi affinché i dati viaggino in sicurezza. È arrivato a sostituire il vecchio WEP e ora sempre più router offrono il protocollo WPA3 (la terza generazione di WPA).
  4. SSID: è il nome che ha la nostra rete WiFi, cioè quella che puoi vedere su un cellulare, computer o altro dispositivo quando ti connetti a una rete WiFi. È un parametro modificabile dalla configurazione interna dei router.
  5. Tecnologia MU-MIMO: acronimo di Multiple-input Multiple-output, aiuta le reti wireless ad avere più copertura e offrire un segnale più ottimale, tecnologia che hanno i router FRITZ!Box.
  6. Ambito del segnale WiFi: quando parliamo di portata del segnale WiFi, parliamo della distanza alla quale il segnale wireless emesso da un router è in grado di raggiungere affinché qualsiasi dispositivo possa connettersi ad esso.
  7. Banda di frequenza: sono le gamme di frequenza attraverso le quali i dati vengono trasmessi attraverso le onde, le bande WiFi più conosciute sono 2,4 GHz e 5 GHz e ci sono differenze tra le due in termini di copertura, velocità, interferenza e persino compatibilità del dispositivo.
  8. Canali WiFi: è in che cosa sono suddivise le bande di frequenza 2.4 e 5 GHz, nel caso della banda 2.4 GHz ci sono in totale 14 canali e nella banda 5 GHz ci sono 25 canali.

Dietro la parola WiFi si nasconde una storia importante e una serie di termini e concetti che dovrebbero essere conosciuti nel dettaglio, ora molti di essi sono diventati più chiari in modo che d’ora in poi tu sappia di più sul WiFi e su tutto ciò che è ad esso correlato.

Post correlati

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Botón volver arriba