Guide

Come fare soldi su Instagram

È possibile che siamo interessati a guadagnare soldi su Instagram, poiché abbiamo sentito parlare di influencer e celebrità che generano entrate elevate grazie ai loro social network. Instagram può diventare redditizio, ma non è facile guadagnare se prima non siamo molto popolari.

Quando approfondiamo quanti follower paga Instagram, abbiamo già spiegato che il social network non condivide le sue entrate con i creatori di contenuti. Mentre YouTube o Twitch offrono una percentuale di visualizzazioni degli annunci, per fare soldi su Instagram ci affidiamo a fonti esterne.

Cioè, Instagram non ci pagherà per molti follower, Mi piace o commenti che riceviamo. Dobbiamo trovare un modo per rendere redditizia la nostra visibilità, qualcosa che funzioni molto bene. A volte si guadagna molto caricando una foto su Instagram, fino a 1 milione di dollari nel caso di profili di primo livello, come Kim Kardashian o Cristiano Ronaldo.

In questo articolo vedremo i diversi sistemi esistenti per guadagnare denaro su Instagram, ma prima esamineremo i requisiti di base del nostro account se vogliamo renderlo possibile.

Prima di tutto: essere molto popolare

Prima di tutto, dobbiamo fare uno sforzo per guadagnare follower su Instagram, poiché la nostra rilevanza sulla piattaforma dipende da questo parametro. In questo senso, la quantità di denaro che riusciamo a guadagnare sarà condizionata da quel numero.

Ora è importante anche la qualità dei follower: molti influencer acquistano follower, che alla fine non sono interessati ai loro contenuti, e questo si vede analizzando l’account.

Non solo perché i profili dei follower sembrano inaffidabili, ma per il livello di interazione: se generiamo una community attorno ad essa, i post avranno commenti di qualità, verranno inoltrati ad altre persone e salvati nelle raccolte di Instagram.

La redditività di un account dipende anche da quello che fa: ad esempio, un micro-influencer focalizzato sull’economia, con decine di migliaia di followers, può guadagnare più soldi di un profilo più generico con centinaia di migliaia di followers.

Inizia con l'»influencer marketing»

Il sistema più comune per guadagnare soldi su Instagram sono gli accordi pubblicitari con i brand, di tipologie molto diverse, e che rappresentano un’alternativa sempre più diffusa alle pubblicità tradizionali. Soprattutto perché Instagram consente loro di avvicinarsi a nicchie di consumo molto specifiche.

Se il nostro Instagram per ora non ha molta portata, dovremmo iniziare registrandoci su una piattaforma di marketing per influencer («influencer marketing» in inglese), dove riceveremo campagne generiche, in cui i marchi inviano una foto o un video, insieme al testo e hashtag da pubblicare.

I requisiti sono bassi, basta avere un minimo di follower e che l’account offra qualità (pubblicazione frequente, follower reali, contenuti adeguati, ecc.). Quando soddisfiamo i requisiti di un marchio, ci avviseranno, normalmente si tratta di campagne massicce in cui cercano di rendere popolare un hashtag utilizzando molti piccoli influencer.

Alcune piattaforme di influencer marketing in Spagna sono SocialPubli, Coobis, Niche, Fluvip, Traackr o Upfluence.

Prova a lavorare con i marchi

Man mano che il nostro Instagram cresce, l’ obiettivo sarà quello di lavorare direttamente con i marchi (o tramite la loro agenzia di marketing), che evitando gli intermediari ci permetterà di guadagnare di più. All’inizio saranno aziende poco conosciute, e al massimo ci daranno prodotti gratis, ma dobbiamo perseverare.

Man mano che cresciamo e facciamo rete, possiamo guadagnare più soldi con i post sponsorizzati sul nostro Instagram o anche con una partnership a lungo termine, con i tuoi prodotti sullo sfondo di foto, video e storie.

Una piccolissima percentuale (solo gli account di maggior successo) riesce a fare il salto fuori dai social network, sia partecipando a eventi sia collaborando a servizi e prodotti fisici. Qualcosa che non solo consente loro di guadagnare denaro dall’inserzionista, ma rafforza anche la loro visibilità.

Alcuni esempi: l’influencer di moda Dulceida ha disegnato una collezione di abbigliamento per Primark, lo youtuber ElRubius ha avuto la sua serie animata su Movistar+ e molti hanno scritto libri, dall’autobiografia della tiktoker Mónica Morán ai libri di cucina della pasticcera Alma Obregón. libri degli streamer TheGref, Wismichu e AuronPlay.

Offre corsi online e altri servizi

Le aziende vedono i social network come una piattaforma per promuoversi e aumentare le proprie vendite, ma un’altra opzione è l’opposto: per un famoso utente di Instagram ne approfitti per vendere, progettando il prodotto e il canale di vendita in base al proprio pubblico.

In generale, i servizi virtuali sono più facili da gestire: corsi dove trasmettiamo le nostre conoscenze, consigli personalizzati, opere artistiche digitali… dipende dal tema che trattiamo sul nostro Instagram e sulle nostre capacità.

Ci sono varie opzioni, dalle lezioni di fitness online al coaching, passando per l’offerta di lavori di progettazione grafica e l’insegnamento della fotografia, dell’inglese o della cucina, a seconda delle nostre conoscenze e della nostra formazione.

prova a vendere prodotti

Per quanto riguarda la vendita di prodotti fisici, è possibile, ma complesso, poiché richiede di progettarlo, ordinarne la produzione e inviarlo. L’alternativa è il «dropshipping», dove di fatto vendiamo un prodotto esistente in un negozio online, che si occupa anche della spedizione all’acquirente.

L’influencer prende una commissione, ma il dropshipping è un modello complicato, perché i margini di profitto sono bassi e, in caso di problemi con l’ordine, dobbiamo essere noi a rispondere al cliente.

Un’altra opzione è Etsy, una piattaforma per la vendita di prodotti fatti a mano, inclusi abbigliamento, accessori, gioielli, decorazioni o opere d’arte. Naturalmente, non è l’unica alternativa, ci sono anche portali come eBay e possiamo persino creare il nostro negozio online.

Alcuni esempi reali di successi di vendita su Instagram: l’ account nutrizione Realfooding offre un abbonamento per ricevere ricette personalizzate, lo youtuber Jaime Altozano vende corsi di musica e l’architetto Ter vende poster con illustrazioni di strutture.

Porta i tuoi utenti su altre reti

Instagram non paga nulla ai creatori di contenuti, quindi un’alternativa è utilizzarlo per promuovere i nostri account su piattaforme che lo fanno, come YouTube o Twitch, perché su YouTube pagano per caricare video.

Certo, viene utilizzato per guadagnare denaro e molte celebrità ne approfittano, ma di solito integrandolo con altri sistemi. Indirizzare il traffico da Instagram a YouTube non è facile (i collegamenti sono molto limitati), quindi all’inizio non otterremo molte visualizzazioni.

Inoltre, il pubblico di YouTube, Instagram e Twitch ha spesso interessi diversi. In ogni caso, è normale che le «celebrità» di Internet siano presenti su vari social network oltre a dove sono diventate famose.

Apri un negozio su Instagram

Da quando Instagram ha incorporato una scheda per Shop («Acquisti Instagram» in spagnolo), ha chiarito l’importanza che attribuisce alle vendite dirette sul suo social network, in quanto consentono di ottenere nuove entrate dalle commissioni e incoraggiano i proprietari dei negozi a pagare per gli annunci.

Quindi aprire un negozio di prodotti fisici su Instagram può avere senso per guadagnare soldi se il tema del profilo si presta ad esso. Che sì, la creazione richiede determinate conoscenze tecniche e l’azienda è molto esigente con la qualità per approvarle.

In ogni caso, è un buon modo per monetizzare Instagram se abbiamo molti follower, poiché dobbiamo pensare che Instagram Shop include già distributori noti, e dovremo attirare potenziali clienti con la nostra visibilità online.

Usa gli affiliati del negozio

Un altro modo per guadagnare su Instagram sono i cosiddetti referral o affiliati: se un utente acquista un prodotto in un negozio tramite il nostro link, otteniamo una piccola percentuale della vendita.

Ad esempio, c’è l’ Amazon Influencer Program rivolto agli influencer, un sistema che genera commissioni dagli articoli che promuoviamo. Le percentuali sono basse e faremo pubblicità su Amazon, ma è un’opzione per guadagnare denaro.

Ci sono molti negozi con referral in Spagna: PcComponentes e Fnac (tecnologia), Zalando (abbigliamento), portali generali come eBay e persino i grandi magazzini di El Corte Inglés.

A livello internazionale ci sono anche molte alternative: GearBest e DealExtreme (tecnologia) G2A e Instant Gaming (videogiochi) e l’enorme piattaforma di Aliexpress, solo per citarne alcuni.

Anche in segmenti più delicati, come le app di incontri e scommesse, che di solito sono redditizie, ma possono intaccare la nostra immagine e persino finire con il blocco dell’account Instagram per aver infranto le sue regole.

Il problema con gli affiliati sono le limitazioni che Instagram applica ai link: è possibile aggiungere un link nella biografia e inserire link in aggiunta nelle Storie di Instagram solo se abbiamo almeno 10.000 follower.

Sfrutta il potere del crowdfunding

Una possibilità per guadagnare soldi su Instagram è chiedere direttamente le donazioni ai nostri fan. Un modello che in molti casi non funziona, ma è sorprendente quanto possa essere redditizio se ci colleghiamo bene con il pubblico.

Innanzitutto, Patreon è una piattaforma che funziona bene per gli artisti (musicisti, illustratori, scrittori, cosplayer e molti altri), dove i «mecenati» contribuiscono con un importo mensile fisso. In cambio ricevono l’accesso esclusivo ad alcune delle opere dei creatori.

Un’altra piattaforma di crowdfunding che accetta quasi tutte le raccolte è GoFundMe e PayPal offre anche un servizio di donazione facile da usare, che beneficia del gran numero di utenti che lo utilizzano quando pagano online.

Inoltre, non è raro trovare utenti di Instagram che cercano di fare soldi con OnlyFans, una piattaforma in cui caricano video per adulti autoregistrati.

Logicamente a molti non interesserà entrare in questo delicato settore, ma chi lo ritiene dovrebbe essere consapevole che tra le foto vietate su Instagram, soprattutto i nudi sono perseguitati. Quindi devono stare molto attenti con il materiale che caricano sul social network, altrimenti verranno espulsi.

Insomma, ci sono tanti modi per guadagnare soldi su Instagram, ma nessuno di questi è facile. Ci vogliono tempo, conoscenza e perseveranza per iniziare a ricevere entrate, che all’inizio saranno scarse.

Post correlati

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Botón volver arriba