Guide

Come configurare un ripetitore WiFi

È più che probabile che in qualche occasione dovrai configurare un ripetitore WiFi per espandere la copertura del tuo attuale router e farlo raggiungere quelle zone del tuo ufficio o casa dove non arriva, procedura che fai in pochi passaggi e ciò non richiederà più di pochi minuti.

A suo tempo abbiamo spiegato nel dettaglio cos’è un ripetitore WiFi, chiamato anche amplificatore WiFi, insieme a una serie di vantaggi e svantaggi che questi dispositivi offrono, poiché non sono adatti in determinate circostanze, e possono essere utili in altri scenari.

Abbiamo anche consigliato un elenco di ripetitori WiFi da tenere a mente se intendi espandere la tua rete WiFi con questo metodo, è uno dei tanti, ma non è unico perché esiste anche quello che viene chiamato WiFi Mesh, che anche offre i suoi pregi e i suoi svantaggi.

Una volta acquistato un ripetitore, quasi tutti sono configurati in modo simile e ciò che vogliamo ottenere con questo dispositivo è espandere la nostra copertura WiFi dove non arriva bene attraverso questo dispositivo, in modo da avere un segnale in alcuni punti dove prima non c’era

Collega e accendi il ripetitore

Tieni presente che i passaggi possono variare leggermente a seconda del modello che acquisti, in questo caso andiamo a configurare il TP-Link RE210, quindi la prima cosa che dovresti fare è annotare nome utente e password trovati sulla presa, noi avrà bisogno più tardi. È quindi possibile collegarlo all’alimentazione vicino al router e attendere alcuni secondi affinché si accenda completamente.

È probabile che il tuo ripetitore non si accenda automaticamente quando lo colleghi, in tal caso dovresti controllare se hai un pulsante di accensione, se lo fai, premilo in modo che il ripetitore possa accendersi e attendere almeno 1 o 2 minuti prima di continuare con il passaggio successivo.

Collegamento al ripetitore

Una volta collegato, il passo successivo è connetterci al ripetitore WiFi e possiamo farlo in due modi, collegandoci al dispositivo tramite WiFi o via cavo, ma prima dobbiamo disconnetterci da Internet poiché poi non ci sarà modo di Collegare.

Se in quel momento sei connesso a Internet tramite WiFi, disconnettiti dalla rete WiFi e connettiti a una rete denominata “TP-Link_Extender_x” o simile, che è quella creata dal ripetitore che abbiamo inserito nella corrente. Invece, se usi il cavo per avere Internet, scollegalo dal tuo PC.

Invece, lascia un’estremità del cavo RJ45 sul PC così com’era e l’altro lato, che in precedenza sarebbe stato collegato al router, rimuovilo da lì e collegalo al ripetitore se ha una porta Ethernet, in caso contrario, non hai altra scelta che connetterti tramite WiFi se il tuo PC ha WiFi. Se tutto va bene, hai collegato l’amplificatore.

Accesso alle impostazioni del ripetitore

Tocca il terzo passaggio, dopo aver collegato e collegato il ripetitore tramite cavo WiFi o RJ45, ora è il momento di accedere alla configurazione interna per poter regolare una serie di parametri che consentono di configurare correttamente il ripetitore e di lavorare come esso Dovrebbe.

In questo caso, con il computer già acceso, apri un qualsiasi browser e scrivi l’indirizzo http://tplinkrepeater.net , se hai eseguito correttamente la connessione nel passaggio precedente, dovrebbe apparire il pannello di controllo per configurare il ripetitore, ora è solo una domanda per seguire questi passaggi:

  1. Scrivi il nome utente e la password che richiede, sono quelli che abbiamo annotato all’inizio, di solito sono «admin» e «admin» o «admin» e «1234» e simili. Se sono corretti, apparirà il pannello di controllo di cui abbiamo parlato prima.
  2. Nella prima schermata non dobbiamo configurare nulla, quindi clicchiamo su «Avanti» o «Avanti».

  1. Ora scegliamo la regione, in questo caso la Spagna e facciamo nuovamente clic su «Avanti».

  1. La terza schermata della procedura guidata analizzerà le reti WiFi disponibili alla portata del sito dove hai collegato il ripetitore alla corrente, da qui l’importanza di collegarlo vicino al router principale oa quello di cui intendi estendere il segnale. Basta scegliere il WiFi che si desidera estendere e fare clic su «Avanti».

  1. Infine, ora dobbiamo inserire la password WiFi che abbiamo scelto nel passaggio precedente per poterci connettere, di seguito scrivi anche il nome per il nuovo WiFi. Quando hai quei dati, fai clic su «Avanti».

  1. Se il tuo ripetitore ha una banda a 5 GHz, ora probabilmente vedrai i passaggi per configurare un’altra rete WiFi, in questo caso quella a 5 GHz, quindi se vuoi configurarli devi seguire gli stessi passaggi di prima, altrimenti premi l’opzione «salta» e poi «successivo», in modo da saltare quei passaggi.

  1. Per finire comparirà una schermata con i dati della nuova rete WiFi e altre, non devi far altro che cliccare su “finisci”.

  1. E il gioco è fatto, vedrai un’ultima schermata che ti informa che il ripetitore si riavvierà per acquisire la nuova configurazione che abbiamo realizzato finora, non ci vorranno più di 1 o 2 minuti o qualcosa di più.

Riposizionare il ripetitore

L’ultima cosa che dovresti fare è scollegare il ripetitore e posizionarlo nell’area in cui la copertura WiFi era debole, quello che farà il ripetitore è «rafforzarlo» e renderlo più forte in modo che un cellulare, un PC, un tablet o un altro gadget sia possibile Collegare.

È importante riposizionare bene il ripetitore, non dovresti metterlo in un’area senza WiFi, ma nel percorso intermedio dove arriva il segnale in modo che possa espanderlo poiché ricorda che quello che fa detto dispositivo è espandere o ripetere un segnale che lo raggiunge.

Ora potrai connetterti al WiFi offerto da quel ripetitore, che proviene proprio dal router principale, dovrai cercare il nome che gli hai dato in precedenza e mettere la password che hai anche configurato nella procedura guidata, da lì avrai una connessione Internet WiFi.

Inoltre, se il ripetitore ha una porta Ethernet, puoi connetterti a Internet dal tuo computer, PS4, PS5 o altro dispositivo con un cavo RJ45, un’estremità si collega ad alcuni dei dispositivi sopra e l’altra alla porta del ripetitore, così avrai accesso anche a Internet.

Il processo per configurare un ripetitore non è facile, ma se lo fai bene in pochi minuti sarai in grado di regolare alcuni parametri in modo che il segnale WiFi ora raggiunga un’area dove prima non arrivava e lo estenda ad altri luoghi dove non era prima.

Post correlati

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Botón volver arriba