Applicazioni

Che cos’è un server Web: a cosa serve, funzioni e tipi

In questa era digitale, gli utenti richiedono sempre più strumenti tecnologici. Le persone oggi usano la tecnologia per tutto e vivono connesse alla rete. Ecco perché un server web è una risorsa a cui vai in qualsiasi momento e non sai nemmeno che è lì. Rimani fino alla fine e scopri cos’è un Web server e come funziona.

Un server è un dispositivo informatico destinato a servire un utente che si connette alla rete e desidera ricevere determinate informazioni in risposta a una richiesta già effettuata. Esistono per qualsiasi uso e dimensione, anche se questo è il loro punto. Tuttavia, solo spiegando questo, potresti voler sapere molto di più.

Che cos’è un server web?

Che cos’è un server web? Bene, dovresti sapere che un server è un insieme di elementi software e hardware a cui, come indica il nome, sono accessibili o gestiti da altri computer. In sostanza, ascolta le richieste dai computer (client) serviti, cerca informazioni e fornisce una risposta soddisfacente alla richiesta.

Esegue un’operazione comune, anche se ovviamente troviamo molti tipi di server che, seguendo questa direttiva, avranno una risorsa o un’altra. Funzionano secondo un modello noto come «client-server«, che è solo un modo formale per dire che esiste un client che fa una richiesta e un server che fornisce informazioni in risposta.

Questo, ovviamente, significa che devono essere costantemente in funzione, poiché le richieste non hanno un orologio, vengono eseguite in qualsiasi momento da qualsiasi parte del mondo, essendo milioni di richieste al secondo quelle che vengono eseguite e quelle che, se il server si spegne o si arresta, rimarranno senza alcuna risposta.

Inoltre i server restano in stand -by, quindi sono sempre disponibili ad evadere immediatamente la richiesta di qualsiasi cliente.

Principali funzioni di un web server

La funzione essenziale del server è quella che abbiamo già specificato, apprendendo la richiesta e fornendo la risposta. Poiché questo concetto si riferisce sia all’hardware che al software, possiamo dettagliare bene le funzioni di ciascuno.

  • Il server hardware (host) è l’hardware fisico, la parte della rete che supporta il server software, ecco perché il sistema operativo e altri elementi possono essere necessari per far funzionare il dispositivo in base ai servizi offerti.
  • Il server software, invece, è il programma a cui i client accederanno localmente o in rete, ovvero che viene fornito un servizio o è il modo per accedervi.

Leggi anche: Cos’è un server NAS: caratteristiche, vantaggi, usi e altro

Tipi di server web esistenti

Bene, abbiamo già visto che molto di ciò che questo concetto implica, e tutto è determinato dal tipo di risorsa, poiché sebbene il loro modo di lavorare sia lo stesso, i prodotti e i servizi che offrono sono molto diversi e c’è una varietà di funzioni..

Dobbiamo dire che lo stesso computer può contenere diversi tipi di server, anche se è comune tenerli separati per comodità e semplicità.

Devi sapere che in ogni caso è necessario sapere come sono classificati in base al loro utilizzo, alla funzione che svolgono e alla loro dimensione:

1- Per ruolo (o funzione)

Data la sua funzione, possiamo trovare i seguenti server:

  • Dedicato: Tutta la potenza è dedicata ai servizi offerti ai clienti e alla gestione delle diverse risorse della rete.
  • Non dedicato (generico): solo una parte della tua energia va al cliente. Il resto viene utilizzato dalle workstation per rispondere, ad esempio, alle richieste degli utenti locali.

2- In base all’uso

La classificazione essenziale di questa risorsa è data in relazione all’uso che se ne propone. Tenendo conto di questo elemento, troviamo server delle seguenti tipologie:

  • Proxy: non è altro che un intermediario che fornisce il proprio indirizzo IP affinché l’utente possa effettuare richieste in forma anonima senza rivelare i propri dati. Tuttavia, hanno altre funzionalità come il monitoraggio della larghezza di banda, il filtraggio dei messaggi, il bilanciamento del carico per offrire più risorse disponibili contemporaneamente, la memorizzazione nella cache dei dati.
  • DNS: risolvono la conversione dei nomi a dominio in indirizzi IP e viceversa, in modo che l’utente che fa questa richiesta possa ottenere una risposta entrando nei siti richiesti.
  • Di file: il suo compito è archiviare e distribuire tutti i tipi di file a cui accede un gruppo di client che sono membri della stessa rete, in modo tale da ricevere risposte identiche e accesso remoto alle informazioni specificate.
  • Di utilizzo: è responsabile della parte logica di cui ogni cliente ha bisogno, prendendo decisioni e proponendo risposte che raggiungono il luogo di lavoro dove viene eseguita la logica di rappresentazione.
  • Web: la funzionalità consiste nell’organizzare e archiviare le pagine Web e distribuirle in risposta alle richieste dei clienti. Inoltre, la sua comunicazione si basa su HTTP e HTTPS con la trasmissione generale di documenti in HTML.
  • Of Games: sono progettati specificamente per l’interazione sincrona tra giocatori online. Gestiscono tutti i dati relativi alle informazioni di ogni gioco, nonché i dati che gli utenti creano quando partecipano.
  • Backup: in questo caso indica il suo nome, è uno spazio di backup, funziona per salvare ciò che può essere perso da qualsiasi server.
  • Sicurezza: i suoi servizi si basano sull’uso di software specializzato per rilevare e contenere malware.
  • Database: questo non è un mistero. È un grande repository di vari database a cui i client di ogni tipo possono accedere tramite programmi per computer in rete. Tra questi, Oracle e MySQL sono i più utilizzati, seguiti da DB2 e Microsoft SQL Server.
  • Telefonia: esegue tutti i tipi di funzioni relative a questa risorsa, come la risposta vocale, la segreteria telefonica, la gestione della rete, l’archiviazione dei messaggi, l’instradamento delle chiamate, tra le altre cose.
  • Dalla posta: funziona con moduli che comunicano tra loro per inviare e ricevere e-mail. Naturalmente viene configurato anche tutto il necessario per eseguire questi processi e, infine, vengono salvati i messaggi, così come i loro allegati, i loro mittenti e anche i destinatari. Usano i protocolli SMTP, IMAP e POP.
  • Cloud – Forniscono un servizio che viene eseguito in locale, quindi l’utente non ha bisogno di spazio di archiviazione o la necessità di installare sistemi operativi o programmi. Tutto quello che vuoi fare, è fatto «nel cloud».
  • Dal fax: fa lo stesso con i fax.
  • Groupware: sono progettati per facilitare il lavoro di gruppo svolto da un gruppo di computer per lo stesso scopo.
  • In tempo reale: mantengono e gestiscono lo spazio di scambio istantaneo di informazioni (tipo chat).
  • Telnet: è specializzato nel fare in modo che un utente si connetta a un dispositivo per controllarne un altro, ovvero per lavorare in remoto tra computer.

3- Per dimensione

Non c’è mistero più grande in questa classificazione, poiché ti consente semplicemente di conoscere i tipi di server che puoi trovare, in relazione alle loro dimensioni, sebbene si tratti di informazioni che non implicano nulla per l’utente che utilizzerà nessuno dei loro, quindi quando si contrae il servizio X, il resto del server non ha effetto.

Ebbene, in ognuno dei casi, si possono trovare i seguenti, i primi tre dei quali sono di gran lunga i più conosciuti e utilizzati:

  • Torre: come un computer desktop, hanno una forma a torre, chiusa.
  • grappolo.
  • Rack: è un hardware di tipo elettronico racchiuso in una cornice di meno di 50 centimetri.
  • ultradenso.
  • Lama: è molto densa, progettata per sfruttare al meglio lo spazio. Stanno già aumentando le loro dimensioni e con esso la loro piena capacità.
  • Cellulari.
  • miniatura.
  • Superserver.

Alternative a un server classico: «server cloud» o hosting cloud.

Un server nel cloud è uno di quelli appena citati, con la particolarità che il suo utilizzo rimane nel mondo virtuale in modo che il cliente non abbia bisogno di consumare risorse.

Per fare ciò, i diversi provider lavorano con un’ottima infrastruttura fisica in cui dispongono di server hardware gestiti da programmi, virtualizzando così la piattaforma su cui si trovano i diversi servizi offerti.

In altre parole, un servizio viene contratto per salvare ciò che viene fatto altrove. In questo modo, l’azienda (o tu) ha accesso a un server configurato in grado di soddisfare esigenze specifiche, con risorse scalabili, il che significa che possono essere ampliate secondo necessità.

È importante notare che queste risorse sono comode e facilmente accessibili (avviando la sessione dal dispositivo di cui si ha bisogno), molto sicure, abbastanza professionali e, senza dubbio, molto economiche, viste le ottime funzionalità che offrono.

Esempi chiari sono Google Drive o Dropbox, il popolare servizio di archiviazione per tutti i tipi di dati a cui puoi accedere tramite Internet.

Come utilizzare l’hosting del server per un sito Web o un blog?

Avere una pagina web significa infatti spostare molte informazioni ogni minuto. Pertanto, pensare di ospitare tutti quei dati su un server è qualcosa che finiamo per fare tutti.

Puoi configurare il tuo server sul tuo computer, infatti puoi farlo anche sul tuo smartphone. Tuttavia, in questa sezione faremo riferimento al fatto che tali informazioni sono ospitate su server di terze parti.

Bene, poiché sai cos’è un server web, dovresti sapere che oltre all’ovvio servizio di server web, puoi usarne altri a seconda delle informazioni che elabora, anche se sceglierli singolarmente è piuttosto macchinoso e normalmente utilizza un servizio combinato, con il quale puoi svolgere tutte le azioni necessarie per elaborare le informazioni sul tuo sito web e ospitarle contemporaneamente.

In ogni caso esistono diversi tipi di server pensati per il web hosting e, a seconda di ciascuno di essi, il modo di utilizzarli varierà. Ora descriveremo in dettaglio i più utilizzati:

1- Server condiviso

Come nel caso precedente, è importante notare che in questo caso una macchina condivide le proprie risorse tra i diversi siti web su di essa ospitati, pur senza garantire in modo permanente la quantità totale di risorse disponibili, in quanto assegnate in base alla domanda esistente..

Questo indica che la macchina è incaricata di condividere tutte le sue risorse con più client, senza distribuirle, in modo che se un utente la usa molto, potrebbe non averne abbastanza. Visibilmente, questo fa sì che il servizio sia più economico rispetto al caso precedente.

Sono consigliati a persone che non hanno competenze informatiche avanzate o che non vogliono perdere tempo a configurare un server. Al momento della registrazione può essere già utilizzato come web server, preconfigurato. Per accedere e scaricare la pagina web è necessario un client SFTP o FTP.

2- Vps

È ospitato su una macchina fisica, suddivisa in più macchine virtuali, ognuna delle quali è un VPS (Virtual Private Server). Questo dà l’impressione di avere un unico server. Il noleggio di questo servizio garantisce la quantità di elaborazione, RAM, disco rigido, tra gli altri parametri specifici e che solo tu utilizzerai, e questo fa ovviamente parte di un insieme di risorse molto più ampio.

In altre parole, la macchina fisica ha X risorse e, quando le partiziona, vengono condivise, secondo ogni cliente, anche da una delle sue parti. Per utilizzare questo tipo di servizio, è necessario un client per la connessione al server remoto. Questo client dipende dal sistema operativo scelto al momento della stipula del contratto. Questo può variare da un » Desktop remoto di Windows » persino a un client SSH come Putty.

Su questi server, sei responsabile del loro utilizzo. Puoi usarlo tramite FTP, Internet, DNS, ecc. ecc., ma sarai tu ad occuparti dell’installazione e della gestione di tali servizi. Il provider del server ti dà solo l’accesso e le risorse VPS, cioè posiziona solo la tela e la personalizzi scegliendo il colore della tempera e applicandolo per supportare il confronto.

3- Server dedicato

Il concetto è lo stesso di un server VPS, con la differenza che la macchina non è suddivisa in unità virtuali in modo che ognuna di esse venga noleggiata e ne avrai solo un set. Cioè, come indica il nome, un tale server è dedicato a te, hai la portata delle sue risorse al cento per cento.

Questo significa che, a differenza del caso precedente, stiamo parlando di un servizio molto più costoso perché parliamo di un team per cliente.

4- AWS

Si tratta di un insieme di servizi forniti da Amazon che, a differenza degli altri, funzionano on demand. Ciò significa che, a seconda dell’usabilità delle risorse che si contraggono con esse, i costi economici sono diversi.

È importante sapere che uno dei servizi che puoi trovare in AWS è l’ hosting web, anche se ce ne sono molti di più di quanto potresti pensare. Dovresti anche sapere che Amazon è considerato il più grande fornitore di servizi di server al mondo.

Puoi connetterti e gestire i servizi tramite la console AWS Amplify fornita da Amazon, preconfigurata e con la possibilità di personalizzare completamente il tuo spazio e le tue risorse se lo desideri.

5- Server cloud

Questo server è molto simile a un VPS, tranne per il fatto che invece di suddividere la macchina fisica in più macchine virtuali, la macchina virtuale viene suddivisa su più server fisici.

Ciò garantisce una maggiore robustezza, in modo che se il server fisico si interrompe o ha un picco di traffico, non influirà sulle sue prestazioni ottimali. Allo stesso modo, puoi trovare tutto ciò che ti abbiamo già detto nella sezione hosting cloud.

Quali sono le marche di server migliori e più popolari al mondo?

Ora che sai cos’è un server Web, dovresti sapere che, come con qualsiasi altro prodotto o servizio sul mercato, la concorrenza è grande, il che significa che hai centinaia di opzioni per il noleggio di server Web.

Per questo motivo, è normale che tu cerchi informazioni relative alle società che forniscono i migliori servizi server. Scopri quali sono i marchi che offrono i migliori host web:

  • IBM
  • Dell
  • Cisco
  • HPE
  • Intel
  • supermicro
  • Oracolo
  • lenovo
  • Huawei.

Post correlati

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Botón volver arriba